Morbegno, 20 settembre 2016   |  

“Morbegno in cantina” è giunta alla sua XXI^ edizione

L'evento clou dell'autunno morbegnese rappresenta un cammino alla scoperta dei sapori della Valtellina aldilà delle polemiche che spesso generano manifestazioni di questa rilevanza.

morbegno croppedimage701426 P1060050

Alcuni partecipanti a "Morbegno in cantina" (foto d'archivio di una precedente edizione)

Palazzo Malacrida, residenza situata nel cuore dell'antico borgo morbegnese, martedì 13 settembre, è stato il centro della conferenza stampa svoltasi per celebrare l'inizio della XXI edizione di “Morbegno in cantina” che partirà il 24 settembre e aprirà al pubblico le cantine storiche del centro della città valtellinese.

All'incontro presenti il sindaco di Morbegno Andrea Ruggeri, Mamete Prevostini, presidente del consorzio tutela vini di Valtellina; GIacomo Moioli, presidente di slow food; Vincenzo Cornaggia, presidente del consorzio tutela formaggi Casera e Bitto e Ivan Ambrosioni, uno degli ideatori della manifestazione.

Lo scopo di questa Kermesse è di valorizzare e far conoscere le eccellenze del territorio con l'auspicio di una ricaduta positiva per l'intero comparto economico e turistico valtellinese.

Diversi gli interventi tra i quali quello del sindaco Andrea Ruggeri. Come egli stesso ha spiegato «l'intento è di proiettare l'immagine di una città sicura sotto il profilo della qualità alimentare dei prodotti sia per chi la abita, sia per chi la frequenta come turista». Opinione analoga ha espresso il presidente del Consorzio Turistico di Morbegno: «La mission del Consorzio in questo momento sono le cantine. La qualità del territorio è essenziale nell’organizzazione e nei prodotti. L’età di ingresso è stata elevata a 18 anni. Ci si augura di continuare anche il prossimo anno con la collaborazione del comune di Morbegno».

Le novità introdotte nell'edizione di quest'anno sono diverse: ”Rosso Cheese&Wine”, percorso in collaborazione con la mostra del Bitto che comprenderà, delle 8 tappe dell’itinerario rosso, 4 cantine nelle quali ci saranno esperti che guideranno la degustazione dei formaggi in abbinamento a vini che si sposano qualitativamente con quel formaggio e

”Oro 24”, solo il 24 e 25 settembre a Palazzo Malacrida, dove saranno presenti 23 produttori per raccontare la loro esperienza di viticoltori del Nebbiolo delle Alpi.

Parallelamente il Consorzio tutela vini organizza 3 “WineLab” sensoriali dove verranno raccontati i vini e soprattutto il lavoro necessario per raggiungere un buon risultato.

Inoltre si ricorda che la manifestazione, che si svolge quest'anno, non è organizzata dal Comune, ma da un nuovo soggetto, il Consorzio Turistico di Morbegno, di cui il Comune è uno dei soci.

Anche Giacomo Moioli, presidente di slow-food, considera la manifestazione un' ottima partenza ed un valido aiuto per rendere questo evento non solo un progetto enogastronomico, ma un mezzo attraverso il quale raccontare il percorso, la storia e l'identità di un territorio.

 

 

 

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Giugno 1910 è fondata a Milano la Anonima lombarda fabbrica automobili, ovvero l'Alfa Romeo.

Social

newFB newTwitter