Poschiavo (Ch), 23 settembre 2016   |  

Centenario di Wolfgang Hildesheimer

A Poschiavo continuano gli eventi in memoria dello scrittore e artista Wolfgang Hildesheimer (1916 - 1991). La rassegna prosegue con nuovi eventi, dedicati soprattutto alla relazione di Hildesheimer con la sua patria elettiva.

mostraartistiretici1

Venerdì 23 settembre, presso la Casa Gay (Via dal Poz 58) , dove Hildesheimer visse per decenni, si terranno  due proiezioni con  un’introduzione in italiano del germanista Lukas Rüsch saranno presentati il documentario della giornalista Birgitta Ashoff Schlafensmüde bleibe ich wach (1986), girato in Valposchiavo, e Herr, gib Ihnen die ewige Ruhe nicht (1986), il commento al Requiem di Mozart proposto dall’intellettuale nella chiesa di Königsfelden sulle note del Coro e dell’Orchestra della Televisione svizzera. 

Sabato 24 e domenica 25, è  possibile visitare l’atelier in riva al fiume dove Wolfgang Hildesheimer compose i suoi più significativi collages. A presentare lo spazio creativo - rimasto praticamente intatto - sarà la storica dell’arte Monica Thurner. 

Sabato 24 settembre, si terrà  presso la  "Casa Torre" la presentazione de «L’inatteso» e altri testi sui Grigioni, «Das Unerwartete» und andere Texte zu Graubünden, volume bilingue a cura di Christa Geitner e Inge Thurner, che raccoglie una selezione di testi dell’autore inerenti i Grigioni e in particolare Poschiavo.

A presentare la nuova pubblicazione, assieme ai famigliari di Hildesheimer, sarà Moreno Raselli, presidente della sezione valposchiavina della Pro Grigioni Italiano. Nell’ambito dello stesso evento, apre anche la mostra permanente dedicata a Wolfgang Hildesheimer da parte del Museo poschiavino. Il piccolo allestimento curato dallo storico dell’arte Gian Casper Bott e dallo storico Daniele Papacella illustrerà l’opera e la vita del cittadino onorario di Poschiavo anche a coloro che vorranno conoscerla negli anni a venire. In merito intervengono Paolo Raselli, presidente Ente Fondazione Museo poschiavino e Gian Casper Bott, curatore della mostra.

Sabato 24 e domenica 25 settembre, così come sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre, alle ore 17.00 e 20.30 la compagnia teatrale italo svizzera 4-Tempi propone in collaborazione con il cineclub I Film di Devon House e con la regia di Valerio Maffioletti, il suo spettacolo liberamente tratto da Tynset (1965). Nel suggestivo palazzo in cui Wolfgang Hildesheimer ha trascorso i suoi primi anni a Poschiavo, e nel quale la celebre opera è in parte ambientata, andranno nuovamente in scena Bernardo Scarsi, Elena Visini, Serena Bonetti e Valerio Maffioletti, con l’accompagnamento musicale di Bruno Fighera e Simona Tuena, e l’assistenza tecnica di Lorenzo Marchesi.

 

Dal giovedì alla domenica, dalle ore 14 alle ore 18, fino al 9 ottobre rimangono aperte al pubblico anche le mostre di arti visive: la collettiva Lo scrittore e gli artisti retici - situata in Casa Torre - con opere di Gian Pedretti, Valerio Righini, Mario Negri, Giuliano Pedretti, Not Bott, Paolo Pola, Enrico Della Torre, Ursina Vinzens, Marcel Berlinger, Silvia Hildesheimer, Erica Pedretti Elio, Pelizzatti e Angelo Vaninetti affiancate dal testo d’autore, nonché la mostra di collages dello stesso Wolfgang Hildesheimer, presso la Galleria Pgi.

 

Si ricorda infine la possibilità di seguire «L’inatteso: una passeggiata per Poschiavo sulle orme di Wolfgang Hildesheimer» - Das Unerwartete: Ein Spaziergang durch Poschiavo auf den Spuren Wolfgang Hildesheimers, il percorso culturale (I/D), che mostra i luoghi legati alla biografia e all’opera dello scrittore nella sua patria elettiva. Per seguire il percorso su smartphone scaricare l’app. gratuita «Outdooractive» e cercare «Hildesheimer». Le versioni cartacee sono disponibili all’ufficio turistico.

 

I dettagli della rassegna sono presentati alla pagina www.hildesheimer2016.ch

Informazioni e prenotazioni spettacoli teatrali e visite guidate: Ente Turistico Valposchiavo +41 (0)81 844 05 71 - info@valposchiavo.ch

 

- La rassegna è frutto di una collaborazione fra la Pgi Valposchiavo, la Biblioteca Comunale di Ponte in Valtellina, l’Ente Turistico Valposchiavo, la compagnia teatrale «4-Tempi», il cineclub «I Film di Devon House», la Fondazione Ente Museo Poschiavino, la Fondazione Ernesto Conrad e singole persone legate a Wolfgang Hildesheimer da rapporti di amicizia e di scambio culturale.

 

- Per il sostegno si ringrazia: Promozione della Cultura Comune di Poschiavo, Swisslos Promozione della Cultura Cantone dei Grigioni, Comune di Ponte in Valtellina, Repower, Banca Cantonale Grigione.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter