Poschiavo, 09 aprile 2015   |  

E.A.T.: Performance multimediale che mette in scena la cultura alimentare alpina

Con la performance multimediale, realizzata nell’ambito del progetto E.A.T. Etnografie Alimentari Transfrontaliere, prendono il via le attività e gli eventi della Valposchiavo legati ad EXPO2015

CopertinaCalendario

ilbernina.ch

L’appuntamento è per venerdì, 10 aprile 2015 alle ore 20:30 presso la Chiesa Evangelica di Poschiavo. L’ingresso è gratuito.

 

La performance E.A.T. metterà in scena voci, racconti orali, immagini, suoni, testi, musiche tradizionali e composizioni originali rielaborate attraverso l’uso creativo di narrazione, antichi saperi e nuove tecnologie, video in tempo reale, strumenti musicali tradizionali, pietre sonore e live electronics. Per realizzare la performance, un gruppo interdisciplinare composto da ricercatori etnografici, videomaker, fotografi, ingegneri del suono, musicisti e storyteller ha condotto una ricerca etnografica sul campo e in archivio che ha indagato i saperi legati alla cultura alimentare tradizionale documentandone la stagionalità, la relazione col territorio, gli aspetti socio economici, il lavoro e le trasformazioni del paesaggio, la ritualità e convivialità legati all’alimentazione nei territori dell’area transfrontaliera italo-svizzera compresa tra la Valposchiavo, la Valtellina e la Bregaglia.

Hanno incontrato e ascoltato i protagonisti e gli studiosi di una tradizione alimentare viva e in continua trasformazione documentando e raccontando saperi e pratiche legati alla preparazione del cibo, le sue tradizioni e le continue trasformazioni, gli aspetti sociali, culturali e comunitari, i momenti conviviali e la ritualità del consumo e della condivisione del cibo.

Agricoltori, allevatori, coltivatori della vite e di erbe aromatiche, produttori di vino, mugnai, panificatori, produttori di latte e formaggi, proprietari di osterie e ristoranti, cuochi e cuoche depositarie di saperi e ricette tramandate oralmente, geografi, sociologi, esperti di cultura alpina, di coltura biologica e biodiversità, contrabbandieri, frequentatori di osterie e consumatori di cibo hanno condiviso con noi il loro sapere, la loro storia, la loro cultura.

Tra l’altro sono stati usati materiali della Società Storica Valposchiavo, tra i quali anche filmati realizzati da Plinio Tognina negli anni ’60 e ’70.

 

Il progetto E.A.T. è realizzato dal Polo Poschiavo in collaborazione con un consorzio di associazioni culturali lombarde e la Regione Lombardia, nell’ambito del programma di scambio culturale bi-nazionale «Viavai - Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia»: un’iniziativa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia realizzata in partenariato con i Cantoni Ticino e Vallese, la Città di Zurigo e la Ernst Göhner Stiftung. «Viavai» si avvale del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lombardia. La performance di Poschiavo gode del sostegno finanziario dell’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo e del patrocinio della Regione Valposchiavo.

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newFB newTwitter