Sondrio, 06 giugno 2015   |  

Luminati è convinto, si parli della situazione treni sullo Slow Train

Con un tweet il presidente della Regione Valposchiavo ha invitato i maggiori soggetti coinvolti a confrontarsi dei forti disagi della tratta ferroviaria Milano-Tirano proprio a bordo del treno storico

lumincroppedimage701426 luminati2

Poteva sembrare una boutade la proposta di Cassiano Luminati, presidente della Regione Valposchiavo, di organizzare il dibattito sulla condizione ferroviaria della tratta Milano-Tirano direttamente sullo Slow Train. Invece lo svizzero con convinzione, dopo aver lanciato la sua proposta proprio durante un’intervista con Valtellinanews (leggi qui), è passato ai fatti, invitando, attraverso un tweet dal proprio profilo Twitter, tutti i soggetti potenzialmente coinvolti nel cercare una soluzione all’annosa questione treni proprio lungo il viaggio che da Expo conduce in Valtellina e Valposchiavo.

«Invito vertici #RFI e #TreNord su #SlowTrain2015 per parlare della @TRENORD_miTI @lucadellabitta @RobertoMaroni_ @UgoParolo @Valtellina_news» ha cinguettato con i 140 caratteri disponibili, Luminati, nel tentativo di non far cadere nel vuoto il grosso clamore che i guasti alla linea hanno provocato nel giorno del primo viaggio inaugurale dello Slow Train for Expo (leggi qui).

Un’occasione intelligente quella di mantenere alta l’attenzione sul problema, sfruttando la risonanza mediatica che lo Slow Train for Expo può dare. Lo stesso Luminati l’aveva detto, «lo Slow Train è un ottimo contenitore», perché non utilizzarlo nel tentativo di risolvere le grandi difficoltà della rete ferroviaria della provincia di Sondrio? Magari riempiendolo di soluzioni pratiche ed utili per il bene dei tanti pendolari e studenti quotidianamente condizionati nei loro spostamenti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newFB newTwitter