Sondrio , 18 luglio 2016   |  
Provincia   |  Politica

Un “No” a chi vuole rubare il futuro alla nostra terra

Per difendere il futuro della Provincia di Sondrio è nato un Comitato per il “No al Referendum Costituzionale” al quale hanno aderito da subito il presidente della Provincia, Della Bitta insieme a Christian Borromini, Filippo Rebai e al sen. Eugenio Tarabini.

referendum costituzione

Anche a Sondrio si è costituito un Comitato per il “No al Referendum Costituzionale” che ha spedito alle varie redazioni dei giornali il comunicato che qui pubblichiamo.

Si avvicina l'appuntamento del referendum costituzionale che chiederà ai cittadini di esprimersi sul testo della riforma proposta dal Parlamento. Il referendum sarà l'occasione per ribadire che la Provincia di Sondrio chiede di essere davvero riconosciuta come speciale in virtù del suo territorio.

Qualora vincesse il sì le province verrebbero definitivamente abolite, nella nuova costituzione non vi sarà alcun riferimento specifico ai territori interamente montani e molte competenze, compresa quella in materia di energia per noi così strategica, verranno accentrate a Roma, sempre più lontane dal nostro territorio e con il rischio di perdere le nostre risorse economiche del demanio idrico.

Per questo cresce la preoccupazione sul territorio riguardo gli effetti che la riforma avrebbe per il nostro territorio. Per questo abbiamo preparato il contenitore, lo strumento di un comitato per il No al referendum. Il comitato é stato fondato giuridicamente dal Presidente Della Bitta insieme a Christian Borromini, Filippo Rebai e sen. Eugenio Tarabini.

Sarà la casa di tutti coloro che scelgono di stare con il territorio ed il suo futuro. Per questo lanceremo l'invito ad aderire a tutti. Innanzitutto i sindaci che saranno i veri protagonisti e che già hanno manifestato la loro volontà di aderire, i movimenti, i partiti, i parlamentari ed i consiglieri regionali, le associazioni, a tutti i cittadini.

Vogliamo dire no ad una iniziativa che ruba il futuro alla nostra terra. Siamo certi di farlo al fianco di ciascun valtellinese e valchiavennasco.

Comitato per il No al Referendum Costituzionale Sondrio 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Luglio 1976 la Corte Costituzionale sancisce l'illegalità del monopolio Rai. Inizia così l'epoca delle cosiddette Tv private, che cambierà il panorama mediatico italiano

Social

newFB newTwitter