Sondrio , 12 novembre 2017   |  

A Bergamo impazza lo "Stracchino"

Ogni bergamasco ne mangia annualmente 2,7 chilogrammi, più del 10 per cento su un totale di 23 chilogrammi di formaggi consumati.

Stracchino Bronzone cheese

Lo stracchino Bronzone, il formaggio inserito nell’elenco dei PAT (Prodotti Agricoli e Tradizionali) della Regione Lombardia che viene prodotto nel territorio tra in lago di Endine e il lago d’Iseo, sta vivendo una fase di rilancio e incontra sempre più i gusti dei consumatori. Dalla forma quadrata e dal caratteristico sapore che ricorda l’aroma del latte, lo stracchino Bronzone della Nuova Società Cooperativa Agricola di Vigolo il prossimo 14 Novembre, a partire dalle ore 11, sarà protagonista di “Buono a sapersi”, il programma di RaiUno condotto da Elisa Isoardi. Attualmente nella zona di produzione dello stracchino Bronzone, spiega Coldiretti Bergamo, dalle 600 bovine in produzione, suddivise in una quindicina di stalle, si ottengono ogni anno circa 300.000 stracchini il cui consumo è concentrato soprattutto nella provincia orobica.

La Monti e Laghi Nuova Società Cooperativa di Vigolo aggrega 6 allevatori con oltre 400 capi ed è il principale produttore di stracchino Bronzone. Ogni giorno trasforma 35 quintali di latte e produce oltre allo stracchino Bronzone, pluripremiato come miglior stracchino d’Italia, la formaggella, il formaggio di monte, le caciotte aromatizzate, il primo sale, la ricotta e lo yogurt. “L’attività della nostra Cooperativa è molto importante per la realtà in cui operiamo.  sottolinea Gianluigi Zenti Presidente della Monti e Laghi; ci stiamo strutturando con un progetto sempre più articolato per sostenere ed accompagnare piccole imprese agricole situate in zone di montagna verso le sfide di un mercato sempre più complesso, coniugando gli interessi dei soci con quelli dei consumatori, puntando sulla qualità e sulla precisa identità dei nostri prodotti, esaltandone il legame con il territorio”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter