Sondrio , 27 novembre 2019   |  

A Milano l'European Mountain Hack, idee per sviluppo Regione Alpina

Sono 96 gli studenti coinvolti delle scuole secondarie di secondo grado provenienti da 32 città

European Mountain Hack 2 600x0

Sono 96 gli studenti coinvolti delle scuole secondarie di secondo grado provenienti da 32 città, 10 regioni europee e 4 paesi alpini per l'European Mountain Hack, iniziativa in svolgimento a Milano, a Palazzo Pirelli, da oggi sino a venerdì 29 Novembre.

Si tratta di una maratona progettuale per lo sviluppo sostenibile della Regione Alpina, il primo vero e proprio hackathon europeo dedicato allo sviluppo delle Alpi come patrimonio da conoscere, difendere e valorizzare. I ragazzi provenienti dalle Regioni dell’Arco Alpino, con l’aiuto di esperti e ricercatori dell’Università della Montagna (Università degli Studi di Milano), stanno lavorando insieme con l’obiettivo di  immaginare nuovi modelli, soluzioni e prototipi in grado di favorire la sostenibilità, la resilienza e la crescita dei territori montani, anche in rapporto al loro legame con la città e nel quadro dei crescenti effetti del cambiamento climatico.

L'European Mountain Hack è stato promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a due anni dal primo Hackathon della scuola italiana dedicato alla Montagna (Milano, dicembre 2017) attraverso la scuola-polo “Ettore Majorana” di Desio (MB),  e si svolge in concomitanza con il terzo Forum Annuale EUSALP (EU Strategy for the Alpine Region), quest’anno sotto la Presidenza Italiana, la strategia macroregionale alpina, frutto di un accordo siglato nel 2013 e che coinvolge sette paesi (Italia, Francia, Germania, Austria, Slovenia), due stati extra UE (Svizzera e Liechtenstein) e 48 regioni e province autonome alpine europee. 

In linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il Mountain Hack mira a capire come stimolare e accelerare la competitività dei territori montani attraverso la ricerca, il networking e il coinvolgimento dei giovani, veri protagonisti della futura innovazione, su tre principali macro-sfide: biodiversità, cultura e sport. Per tutte le studentesse e studenti è un’esperienza di grande valore perché avranno l’opportunità di apprendere nuovi strumenti di co-progettazione, di condividere la loro visione di società e di futuro lavorando in gruppi di lavoro eterogenei, sia per provenienza geografica che per indirizzo scolastico, di esporre al termine della maratona le proprie idee e soluzioni dinanzi ad esperti ed esponenti del mondo dell’Università e delle Istituzioni europee.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newFB newTwitter