Morbegno , 15 maggio 2019   |  

A Morbegno la natura è in festa

La Festa della Natura si è svolta, martedì 14 Maggio, al Parco della Bosca di Morbegno con la partecipazione di circa 250 alunni, quindici insegnanti, 8 volontari e operatori del WWF Valtellina, Valchiavenna e diverse realtà economiche della zona

Bos

Martedì 14 Maggio, è andata in onda la prima Festa della Natura che chiude l’azione “La Scuola fra gli Alberi” dedicata agli alunni delle scuole primarie, all’interno del progetto “Mani in pasta, piedi per terra, menti aperte”.

Circa 250 alunni e una quindicina di insegnanti delle Quarte e Prime medie dell’IC Morbegno SpiniVanoni e di tutte e cinque le classi della primaria di Campovico si sono dati appuntamento al Parco della Bosca. Partendo dalla colonia di Morbegno, gli scolari delle medie hanno raggiunto gli altri al campo sportivo di Campovico dando vita al Buon Fiume che ha portato al Parco i pesci volanti, le casette nido, le bat box, le sfere di semi contenenti i futuri fiori che allieteranno i prati.

Il corteo si è avviato in direzione del “Pratone dei picchi verdi”, ogni classe ha portato nel tragitto la propria casetta, fino a che, una ad una, sono state sistemate fra i rami degli alberi, in particolare su quelli sul lato nord del Pratone.

Sfidando il terreno sassoso ed aspro, alcuni studenti volonterosi hanno preparato le buche in cui sono stati messi a dimora tre alberelli: un sambuco, un viburno, un gelso, una pianta per ogni scuola partecipante.

E’ seguito il lancio delle sfere di semi che, come le casette nido e le bat box erano state preparate nel corso dei laboratori scolastici che il Pandateam/WWF ha tenuto nelle scuole nel periodo ottobre/marzo, le operatrici della coop. Grandangolo, nel frattempo, si sono “occupate” degli alunni più piccoli con laboratori i cui protagonisti erano i piccoli ospiti del Parco come rane, pipistrelli.

Appese  le casette e si lanciati i semi, quattro gruppi, uno per ogni classe delle scuole medie, si sono arrostiti sotto un sole pervicace ed ininterrotto per dare vita a 4 gessate che hanno notevolmente abbellito il grigio asfalto della pista ciclabile. Dopo una sobria merendina, gli altri bambini hanno potuto aggirare il Pratone e salire sulla pista ciclabile per ammirare i risultati di tanti, sudati sforzi.

Alla conclusione una firma, un disegno, un simbolo per chi ha voluto testimoniare della propria presenza in una Giornata di scuola difficilmente ripetibile. Le piogge in arrivo dovrebbero aiutare le piantine e le sfere di semi ad attecchire altre feste arriveranno  alla fine di Maggio a Talamona, poi a Regoledo e a Traona.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Maggio 1536 Anna Bolena, la seconda moglie di Enrico VIII d'Inghilterra, viene decapitata con la falsa accusa di adulterio

Social

newFB newTwitter