Sondrio, 30 ottobre 2017   |  
Cultura   |  Chiesa

A Sondrio 4 incontri per approfondire il pensiero di Lutero

di Martina Bricalli

La Biblioteca Rajna organizza un primo ciclo di quattro incontri in concomitanza con il cinquecentenario della Riforma

Martin Lutero

La Biblioteca Rajna di Sondrio ha presentato questa mattina la serie di incontri che, dedicati al tema della Riforma luterana, si terranno tra il 9 e il 30 Novembre presso la sua sede. Ricorre, infatti, il 31 Ottobre il 500esimo anniversario dell’affissione delle 95 tesi di Martin Lutero sul portone della chiesa di Wittenberg che contestavano una Chiesa romana corrotta e che si era compromessa moralmente con la vendita delle indulgenze.

In ricordo del cinquecentenario, la Biblioteca, su suggerimento del pastore valdese Maurizio Abbà e con il sostegno del Comune di Sondrio, dell’Istituto Sondriese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea (Issrec), del Centro Evangelico di Cultura di Sondrio e della Fondazione Centro Studi Niccolò Rusca, propone quattro appuntamenti – che inizieranno giovedì 9 Novembre alle 17.30 e occuperanno i successivi tre giovedì – in cui si indagherà la storia legata alla Riforma luterana.

Come ha ricordato l’assessore alla cultura Marina Cotelli, il lungo periodo di guerre e divisione che ne derivò sembra aver trovato un dialogo lo scorso anno con la visita di Papa Francesco a Lund, in Svezia, per la commemorazione “ecumenica” congiunta per l’avvio delle celebrazioni per il cinquecentenario della Riforma di Lutero. Anche lo scopo degli incontri in biblioteca è quello di trovare un punto di incontro tra fede protestante e fede cattolica, tramite uno sguardo che vuole analizzare, soprattutto da un punto di vista storico, i fatti e le conseguenze.

“L’intento è quello di capire chi siamo, sulla base di queste differenze, senza eccessive forzature” ha aggiunto Adriano Stiglitz, direttore della Biblioteca. Dunque quattro incontri che vogliono comprendere meglio il presente grazie a una maggiore conoscenza del passato, specialmente in una terra come la Valtellina dove le due confessioni hanno a lungo convissuto.

Gli appuntamenti saranno gestiti ciascuno da due esperti, uno di provenienza riformista e l’altro di provenienza cattolica, in modo tale da offrire una visione più approfondita del tema ai partecipanti. Gli oratori saranno il pastore battista Angelo Reginato, don Saverio Xeres, il pastore valdese Pawel Gajewski, l’ordinario di Letteratura cristiana antica all’Università Cattolica di Milano, Marco Rizzi, il pastore valdese Maurizio Abbà, la docente e direttrice dell’Issrec Fausta Messa, il pastore valdese Giuseppe Ficara e il musicologo e docente al Conservatorio G. Verdi di Como Michelangelo Gabbrielli.

Il primo incontro sarà introduttivo al tema con una rilettura laica della storia di entrambe le confessioni, nel secondo si tratterà del rapporto tra fede e pluralità della società, nel terzo ci si concentrerà sugli effetti della Riforma sulla democrazia italiana e nel quarto della musica legata alla rinascita del pensiero riformato.

«A livello storico, è interessante soffermarsi sui pro e sui contro derivanti dalla controriforma o dall’imposizione della riforma nei diversi territori. Inoltre è importante che l’educazione storica ci porti ad avere anche una responsabilità storica, derivante dalla presa di coscienza di ciò che è stato». Con queste parole, Fausta Messa ha spiegato l’importanza dell’analisi storica della vicenda, ricordando i contributi offerti dal mondo riformato alla politica e alla società.

Grazie al contributo dell’Issrec, che è associato all’Istituto Nazionale Ferruccio Parri, per i docenti che prenderanno parte agli incontri sarà possibile richiedere il rilascio di un attestato di partecipazione valido ai fini di aggiornamento professionale.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter