Villa di Chiavenna, 08 novembre 2018   |  

A Villa di Chiavenna una serata con la storia

Sabato 10 novembre alle ore 21 nel salone dell’oratorio di Villa di Chiavenna intitolato a don Peppino Cerfoglia si terrà la presentazione dell’ottavo volume del Gruppo di ricerca Antacǘch

villa di chiavenna

Sabato 10 Novembre, alle ore 21 nel salone dell’oratorio di Villa di Chiavenna intitolato a don Peppino Cerfoglia si terrà la presentazione dell’ottavo volume del Gruppo di ricerca Antacǘch, associazione fondata nel 2011 che, tra i suoi scopi, ha lo studio della storia del comune della Val Bregaglia.

Dopo la prefazione del presidente Germano Caccamo, il libro si apre con l’articolo di Fabio Folladori, che parla di due emigrati bregagliotti nel 1736 in Georgia. Seguono il contributo di Cristian Copes sul terremoto di San Francisco del 1906 raccontato da un Giacomini di Villa di Chiavenna, e quello di Umberto Larizza sul disagio psichico nella prima metà del Novecento nel comune bregagliotto. L’articolo successivo è la ripubblicazione di uno studio sulle comunità riformate in Valchiavenna nel Cinquecento, scritto dal compianto prof. Giovanni Giorgetta, fondatore del Centro di studi storici valchiavennaschi.

Riallacciandosi all’argomento, nell’articolo successivo Federico Zuliani parla di un dialogo riformato cinquecentesco ambientato a Villa, mentre Giuseppe Succetti e Stefano Galli di un ministro evangelico nel comune nella seconda metà del XVI secolo. Nei due studi successivi, lo stesso Galli si sofferma su una lite tra il prevosto di Villa e il ministro riformato di Castasegna al principio del Settecento e, dello stesso periodo, sulla riconversione al cattolicesimo di un Villese. L’ultimo contributo porta la firma di Germano Caccamo, il quale riporta le cronache parrocchiali dal 1946 al 1952 del prevosto di Villa di Chiavenna don Remo Mazzoletti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Novembre 1969 l'agente della Polizia di Stato, Antonio Annarumma, diventa la prima vittima degli Anni di piombo in Italia.

Social

newFB newTwitter