Milano , 02 giugno 2017   |  

Agricoltura di montagna e forestazione

L'assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia, Gianni Fava: "Risorse stanziate, no a logiche sindacali lontane dalla modernità"

foto x sito

"Sulla vicenda che vede oggi lamentarsi i sindacati dei lavoratori per l’agricoltura di montagna si scontrano diverse concezioni: chi crede che ci sia ancora la possibilità di vivere di rendita e chi, invece, al contrario si è reso conto che con le attuali risorse disponibili vada premiata l’imprenditorialità in una logica competitiva normale. Qualcuno sogna ancora riserve indiane, dove il consenso politico sia orientato sulla base di concessioni che nulla hanno a che vedere con la modernità”. Risposta dell’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava,  alle illazioni della Cisl Lombardia.


“Da tempo abbiamo reso disponibili tutte le risorse per la forestazione nell’ambito del Psr (Programma di sviluppo rurale), afferma Fava. Se i consorzi forestali vogliono, possono partecipare in una logica competitiva e avere accesso alle stesse senza particolari difficoltà. Se invece perseguono, come pare, logiche di privilegio lontane nel tempo, difficilmente troveranno riscontro in una amministrazione che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno a chi realmente le risorse le merita”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Giugno 1883 a Milano in via Santa Redegonda viene inaugurata la prima centrale elettrica europea

Social

newFB newTwitter