Sondrio, 01 novembre 2017   |  

Al Pio XII di Sondrio due lingue per tutti

L'obiettivo è proporre un liceo per l'impresa, un liceo delle scienze applicate con una marcia in più, perché i ragazzi imparino a scoprire ed interpretare la realtà socio-economica che li circonda, diventare creativi, capaci di collaborare fra loro e di mettere a frutto le proprie idee pronti al futuro

assegni di studio

«Uno dei punti saldi delle scelte didattiche e delle proposte educative dell'istituto Pio XII è l'attenzione alla nostra realtà di territorio e di provincia. A questo si aggiunge, da sempre, una forte passione per l'educazione dei ragazzi, valorizzando al massimo ognuno di loro. Oggi abbiamo un nuovo obiettivo: vogliamo offrire ai giovani e alle famiglie qualcosa di più. Vogliamo proporre un liceo per l'impresa, un liceo delle scienze applicate con una marcia in più, perché i ragazzi imparino a scoprire ed interpretare la realtà socio-economica che li circonda, diventare creativi, capaci di collaborare fra loro e di mettere a frutto le proprie idee pronti al futuro».

Sono le parole scelte da Francesco Melgara, presidente della cooperativa Nicolò Rusca, che gestisce le scuole paritarie del Pio XII di Sondrio, per presentare due novità che vanno ad arricchire l'offerta formativa in vista delle iscrizioni al nuovo anno scolastico 2018-2019.

Il liceo scientifico delle scienze applicate per l'impresa, che condivide gli obiettivi educativi ormai consolidati nella tradizione del Pio XII, ma a questi aggiunge delle specifiche competenze volte a potenziare lo spirito di intrapresa dei giovani e a sollecitare una forte motivazione personale, che renda possibile un approccio proattivo alla realtà.

Non solo, il liceo delle scienze umane, indirizzo introdotto due anni or sono, raddoppia e diventa linguistico, nel senso, che oltre allo studio della lingua inglese, introduce una seconda lingua straniera, a scelta tra spagnolo e tedesco, per un percorso liceale, che aiuta a conoscere meglio se stessi, gli altri e le relazioni sociali fornendo strumenti linguistici ed informatici per orientarsi nel mondo che cambia.
Novità, queste, che saranno al centro degli open day in calendario venerdì 17 Novembre alle 16,30, sabato 2 Dicembre alle 15, stesso orario per la giornata di scuola aperta in programma il 20 Gennaio 2018, e che sono già state presentate dai vertici dell'istituto paritario di via Carducci alle associazioni di categoria e al mondo dell'imprenditoria, che hanno espresso il loro parere positivo. Soprattutto alla luce di un mondo, che viaggia a gran velocità e in cui l'essere “imprenditori” nel senso più ampio del termine, è fondamentale stare al passo con i tempi ed il liceo per l'impresa vuole essere una scuola, che faccia interessare ed appassionare i giovani studenti, perché queste sono le condizioni per imparare qualsiasi cosa.

Nel piano orario del liceo per l'impresa sono contemplate due ore settimanali di “laboratorio di impresa” per sperimentare  attraverso progettazione e simulazione  le dinamiche proprie della realtà imprenditoriale; inoltre due ore la settimana di diritto ed economia, che permettano agli studenti di muoversi fra categorie proprie della realtà socio-economica: conoscenza dei fenomeni macroeconomici, analisi del sistema-azienda, quali processi, funzioni, modelli organizzativi e flussi informativi, comprensione dei principi di pianificazione e programmazione aziendale, conoscenza e applicazione dei principi di marketing.
Fondamentale lo studio dell'inglese con madrelingua per quattro anni e modalità Clil in classe quinta, con l'obiettivo di una certificazione B1 al termine del primo biennio e almeno la certificazione B2 al termine del secondo biennio.

Altro anello portante, e non poteva essere altrimenti, l'alternanza scuola-lavoro, concretizzata sul campo attraverso progetti e stage preparati in collaborazione con professionisti e aziende. Il tutto con una didattica in modalità laboratoriale, volta a potenziare flessibilità, creatività, attitudine problem –solving, capacità di giudizio, propensione ad interagire empaticamente con gli altri, ossia le non cognitive skills, ormai ritenute irrinunciabili nell’ambito della quarta rivoluzione industriale come fattore decisivo della qualità del capitale umano. Per qualsiasi informazione contattare la segretaria del Pio XII tel. "0342.200043"

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter