Sondrio , 28 ottobre 2018   |  

Al via la 41° edizione "Minivanoni" più forti della pioggia

La passione e dell’entusiasmo dei giovani atleti non si è ftto intimorire dalla pioggia e con il massimo impegno hanno affrontano i vari percorsi del Minivanoni che dal “triangolo cittadino” di Morbegno sale su fino al Tempietto dei Caduti.

FV 181028 06817

Si è svolta, domenica 28 Ottobre, la "Minivanoni", nelle esordienti  la più veloce è Martina Ghisalberti (Atl. Alle Brembana) che precede Penelope De Giorgi (Atletica Alto Lario) e Teresa Buzzella (G.P. Santi Nuova Olonio). Negli esordienti maschili doppietta del Premana grazie ai cugini Oscar e Hubert Pomoni, gradino più basso del podio per Michael Orlandi (Team Pasturo). Nelle ragazze si impone la forte Francesca Tirinzoni (GP Talamona) seguita da Rossella Ghilotti (Atl. Alta Valtellina) e Denise Baroli (GS CSI Morbegno).

Nei ragazzi bravo Gabriele Sutti (GS Valgerola) ad imporsi su Davide Mazzucchi (AS Lanzada) e Giacomo Ciaponi (GP Talamona).Nelle cadette Serena Lazzarelli da fondo a tutte le sue energie per tagliare per prima il traguardo davanti a Maria Gusmeroli (GP Talamona) e Letizia Maiolani (US Bormiese). Nei cadetti il vicecampione italiano di corsa in montagna Matteo Bardea (AS Lanzada) taglia il traguardo a braccia alzate, alle sue spalle Luca Vanotti (Pol. Albosaggia) precede allo sprint Davide Curioni (GP Santi). Nelle allieve la favorita Paola Poli (Atl. Vallecamonica) è senza rivali e vince staccando Silvia Berra (Pol. Albosaggia) e Giulia Benintendi (Atl. Valle Brembana). Gara allievi di altissimo livello con al via l’oro e l’argento dei campionati italiani di corsa in montagna: Alain Cavanga (Atl. Valle Brembana) bissa il successo dello scorso anno e vince migliorando il suo tempo di 4 secondi (9’18”), medaglia d’argento per l’azzurro Alessandro Rossi (AS Lanzada/9’27”) e medaglia di bronzo per Alessandro Crippa (Atl. Alta Valtellina/10’09”).
La Targa Mons. Danieli – Battaglia Morbegno per la prima società va agli organizzatori del GS CSI Morbegno davanti a AS Lanzada e Premana.

Alla Vanoni femminile, domenica 28 Ottobre a Morbegno (So), il livello è altissimo già sulla carta e la corsa, con percorso difficile soprattutto in discesa, ha premiato l’ottimo stato di forma dell’azzurra e campionessa italiana di chilometro verticale Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina). La talamonese ha fatto subito il ritmo, seguita in salita sola da irlandese Sara McCormach. Poi l’irlandese ha perso terreno e Sortini è rimasta sola la comando, incitata dal pubblico numeroso sul percorso nonostante la pioggia. Nella centralissima via Vanoni Elisa si presenta sorridente e a braccia alzate, conscia di aver compiuto un’impresa: vincere il Vanoni femminile, terza valtellinese dopo Bruna Fanetti e Alice Gaggi, con un tempo eccezionale viste le condizioni del percorso, 21’52” il suo tempo, sesta atleta di sempre a scendere sotto il muro dei 22 minuti. Ora il nome di Elisa Sortini campeggia nell’albo d’oro della gara insieme a quello dello zio Fabio Ciaponi.

Alle sue spalle Sara McCormach cede in discesa e Clementine Geoffray la precede sul traguardo: 22’10” il tempo della francese, 22’27” quello dell’irlandese. A chiudere la top five la ceca Pavla Schorna (già vincitrice due volte a livello individuale e una a staffetta) in 23’25” e la locale Roberta Ciappini (La Recastello Radici Group//23’57”). A seguire si parla ancora straniero con le scozzesi Lauren Dickson e Charlotte Morgan, l’inglese Miranda Grant e Caitlin Rice, quest’ultima preceduta da Elisa Compagnoni.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newFB newTwitter