Sondrio, 03 settembre 2017   |  

Alida Valli torna a Venezia

vent’anni fa, nel 1997, Alida Valli riceveva alla Mostra di Venezia un importante riconoscimento, il Leone d’oro alla carriera per il suo straordinario cammino interpretativo

Alida Valli in Senso

Alida Valli - Foto d'archivio

Alida Valli, icona del cinema italiano, attrice che interpretò dalla commedia al dramma, fu scelta e lavorò con registi  famosi del calibro di Visconti,  Hitchcock e Pasolini. La madre istriana  Silvia Obrekar, ed il padre pianista trentino, professore di filosofia e critico musicale, Alida Valli nasce a Pola nel 1921 che  lasciò all'età 9 anni   per seguire la famiglia, perché il padre era stato trasferito in una scuola di Como.  

Pola le è rimasta nel cuore e  avrà sofferto nel vedere i suoi concittadini dover fuggire nel 1947 per restare italiani, anche se lei farà ben altro percorso, perché in quel periodo arriverà a New York per tentare l’avventura nel cinema americano dopo i grandi successi in Italia. L’America e poi la grandissima interpretazione in "Senso" di Luchino Visconti, il grande apprezzamento in Francia e in tanti altri paesi, il passaggio con tanti registi di qualità, per i quali ha disegnato decine e decine di ritratti per il grande schermo. Tutti molto diversi l’uno dall’ altro, non tirandosi indietro nemmeno con personaggi complicatissimi e talvolta anche estremi, mettendo in evidenza una capacità e una versatilità che trova difficoltà ad avere eguali nel cinema italiano e non solo.

Nell’ ambito della settantaquattresima Mostra del Cinema di Venezia l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia parteciperà martedì 5 Settembre alla presentazione il libro di Alessandro Cuk “Alida Valli – Da Pola a Hollywood e oltre”

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Novembre 1889 il primo Juke box entra in funzione nel Palais Royale Saloon di San Francisco

Social

newFB newTwitter