Sondrio , 15 giugno 2018   |  

Alpini a sostegno della Sclerosi Laterale Amiotrofica

Il Gruppo Alpini di Ponchera-Arquino in festa per l'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica

foto alpini aisla 2

Domenica 10 Giugno, si è  tenuta la terza edizione di Alpini in festa per Aisla manifestazione a scopo benefico che il Gruppo ha fortemente voluto riproporre con continuità e convinzione.

Non solo un pranzo alpino ma una ben più ampia proposta di solidarietà da parte di “persone che aiutano persone”, in piena sintonia con il motto della sezione sondriese di Aisla.

Dopo la Santa Messa officiata all'aperto dal parroco di Ponchiera Don Maurizio Divitini e animata dal coro parrocchiale, gli oltre 120 partecipanti hanno potuto gustare una corroborante e deliziosa polenta accompagnata da salsicce, costine, salumi e formaggi, proprio come vuole la tradizione.

Soddisfatta e grata la presidente di sezione Giuseppina Baldelli come pure gli stessi Alpini guidati dal capogruppo Ermanno Bettini coadiuvato da uno staff vivace e consolidato.

Giuseppina Baldelli: “I nostri Alpini sono una garanzia e un sostegno concreto. Si è creato un rapporto speciale di amicizia e di solidarietà che è importante per l'Associazione, e particolarmente significativo per i nostri malati e le loro famiglie. Partendo da qui vorremmo coinvolgere il più possibile l'intero territorio in cui operiamo”.

Ermanno Bettini: «Aiutare chi ha bisogno per la nostra Associazione è un richiamo naturale. Abbiamo accolto con entusiasmo e convinzione la causa di Aisla e ci attiviamo orgogliosamente con la concretezza e lo spirito generoso che ci contraddistingue con l'appoggio di enti e istituzioni che ci garantiscono ogni anno il loro sostegno. Siamo aperti inoltre a chiunque voglia aggregarsi e condividere con noi questo sodalizio. Ci facciamo promotori di iniziative positive, ma per fare del bene non è indispensabile essere Alpini, esistono anche gli “amici degli Alpini”: requisito essenziale la voglia di fare e di mettersi a disposizione condividendo i nostri ideali».

Con il patrocinio del Comune di Sondrio, presente l'Assessore Omobono Meneghini, ed in collaborazione con l'Acli di Sondrio, la manifestazione ha beneficiato altresì del sostegno di Distretto agroalimentare di qualità della Valtellina, Ciresa, e Gelateria Del Togno.

Nel corso della giornata Massimo Parolo e Paola Dolzadelli si sono fatti portatori della voce dei malati ponendo all'attenzione dei presenti le esigenze di assistenza, attenzione e solidarietà emergenti a livello locale e non solo.

A riprova che non esistono frontiere alla solidarietà, come già dalla prima edizione è stato confermato il gemellaggio ideale con Aisla Trieste in persona del suo referente Paolo Zanini che ha mandato agli Alpini di Ponchiera un toccante messaggio di sincera partecipazione, mentre, presente in sala direttamente da Asti, ha portato la propria eperienza diretta Vincenzo Soverino, consigliere nazionale Aisla.

Anche il Prefetto di Sondrio, in continuità con la precedente edizione e particolarmente sensibile alla causa, non ha voluto far mancare il proprio appoggio e ringraziamento agli Alpini, nell'impossibilità di rinnovare quest'anno la propria presenza diretta.

Messaggio del Prefetto di Sondrio: «l'iniziativa colpisce il cuore di tutti anche di coloro che a volte sono distratti. C'è nella malattia e nelle persone colpite da questa malattia una luce che risplenderà sempre. E noi, se saremo vicini a loro, diventeremo più buoni. ….Condividere le loro vite e le loro sofferenze è un dovere. Il dovere dell'uomo di buona volontà...”. Da un altro passaggio del discorso “Ben vengano pertanto queste importanti inizitive benefiche che ci rendono più amorevoli ed attenti nei confronti di coloro che soffrono e che hanno un cuore di rara bellezza...».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newFB newTwitter