Sondrio , 13 giugno 2018   |  

Talamona: autista bielorusso "brucia” i tempi di riposo, multato

Il mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo ed alle norme di comportamento del Codice della Strada che fissano limiti temporali rigorosi all’attività di guida da parte dei conducenti professionali affinché gli stessi siano in possesso dei requisiti psico-fisici in ogni momento

polizia stradale 4045

Non sono  solo sostanze quali alcool e stupefacenti che, se assunte prima di porsi alla guida, determinano alterazione dei predetti requisiti, bensì anche la stanchezza stessa.

Il controllo da parte della Polizia Stradale avviene attraverso l’apparecchio di registrazione installato a bordo del veicolo denominato “cronotachigrafo”, che conserva in memoria i dati relativi a velocità, tempi di guida, di riposo ecc. fino a 28 giorni precedenti la data del controllo.

Le norme relative al rispetto dei tempi di guida e di riposo sono poste inoltre a tutela della corretta concorrenza nell’autotrasporto. Nella giornata di ieri una pattuglia di questa Sezione, località Talamona, sulla SS.38, è stato fermato un autoarticolato con targa lituana per verificare i tempi di guida. 

Dall’esame dei dati risultanti dal cronotachigrafo digitale del veicolo è emerso che l’autista, bielorusso, in diverse giornate, ha superato più che abbondantemente i tempi di guida massimi stabiliti dal Regolamento CE,  riposando solo una minima parte di quanto dovuto. 

Immediato il fermo del veicolo che è potuto ripartire solo dopo il pagamento di oltre un migliaio di euro a titolo di sanzione amministrativa. All’autista sono stati decurtati 15 punti dalla sua patente bielorussa.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter