Bormio, 13 dicembre 2016   |  

Avis Bormio, il saluto del presidente Silvio Mevio

Mevio ringrazia chi l'ha aiutato in questi anni e tutti i mille donatori sempre disponibili.

5 UNA VITA STAMPA

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta del presidente dell'Avis di Bormio, Silvio Mevio.

Inizio questo mio “ultimo” saluto (il “primo” è datato giugno 2013) … con tre “grazie”sinceri e sentiti! Il primo e particolare “grazie” a tutto il direttivo ed in particolare vorrei sottolineare tre nomi che hanno reso questo “quadriennio” indimenticabile: Norma, Claudio e Sandro, per non dimenticare Paola, Erica,Agostino e Giampiero! A loro il mio plauso ed il mio personale secondo “grazie” per la partecipazione, il dinamismo ed il supporto fornito in ogni situazione! Non da ultimo - perché meno importante – il terzo “grazie” doveroso anche a tutti gli “avisini” che in un modo e/o in un altro si sono - sempre - messi a disposizione (volontariamente) per il bene (e la vita sezionale) dell’intera associazione bormiese. E lasciatemi aggiungere un “quarto” grazie a tutti i “quasi” mille Soci – Donatori che con abnegazione e disinteressata collaborazione/disponibilità hanno dato il loro “contributo”! A tale proposito permettetemi di rivolgere un pensiero di gratitudine – anche - a chi è venuto a mancare (soci ed ex soci) in questi quattro anni ed in particolare in quest’ultimo: cito per tutti, perché ci ha particolarmente colpito, la scomparsa del giovanissimo socio - donatore Paolo Pradella di Semogo che ci ha lasciato per un tragico infortunio … sul lavoro nello scorso mese di settembre 2016; e visto e considerato che siamo in tema di “ricordi”, proprio in questa sede, vanno anche menzionati tutti – indistintamente – quelli che hanno “lasciato” anzitempo la sezione (per quanto riguarda la donazione ematica) per diverse problematiche legate a vicende personali e che sono stati insigniti di un premio speciale “Una vita nell’Avis di Bormio” segno questo di vicinanza a chi – volontariamente – si è messo, sempre, a servizio degli altri … grazie a tutti Voi! Il nostro quadriennio (2013/2016) è stato un periodo vissuto molto intensamente e che è trascorso in un batter di ciglio … segnale questo che i rapporti - tra il direttivo e i suoi componenti nei confronti dei soci donatori - sono sempre stati più che ottimali e soprattutto improntati e basati sulla trasparenza, sulla sincerità e sul rispetto reciproco. Per non essere ripetitivo (statistiche sulle donazioni/soci donatori ed in generale sulla vita della nostra sezione abbiamo dato ampio spazio nei notiziari in questi anni) mi limito solo a sottolineare alcuni “momenti” che hanno contraddistinto questi “quattro anni”: un contributo per l’acquisto di un pullmino per il trasporto dei malati oncologici che debbono recarsi a Sondrio per la radioterapia; una donazione alla RSA (Casa di Riposo Villa del Sorriso) di Bormio di un defibrillatore; una donazione per l’acquisto di tre televisori al nuovo centro dialisi dell’ospedale di Sondalo; una concessione di un premio “speciale” per alcune edizioni de “I Pasquali” di Bormio ed sponsorizzazione dell’“Alta Valtellina Trophy”, una manifestazione internazionale giovanile di short - track (ghiaccio – pista corta) giunta – quest’anno - alla sua 25esima edizione, oltre alle divise della locale squadra di pallavolo dell’U.S.B. (Unione Sportiva Bormiese).

Come ultima annotazione pongo l’accento su quanto ho scritto nel giugno del 2013, anno in cui il direttivo di Avis Bormio si è “insediato”:

<<Il bisogno di avere vicino tutti Voi Soci - Donatori – nessuno escluso - affinché la vita sezionale sia attiva, dinamica, piena di entusiasmo e soprattutto ricca di molteplici iniziative, tutte volte a promuovere lo sviluppo del Volontariato, dell’Associazionismo e a favorire lo sviluppo della cultura della donazione volontaria … è proprio con queste righe che Vi chiedo (mi rivolgo in particolare ai tanti giovani che fanno parte della “grande famiglia” Avis Bormio) di appoggiare completamente il prossimo Direttivo che avrà bisogno del Vostro prezioso “contributo sanguigno” e non solamente! Grazie per avermi appoggiato, aiutato, supportato e consigliato in questi meravigliosi e indimenticabili “quattro anni”; rimango - comunque – a completa disposizione per ogni Vostra necessità>>.

 

Il Presidente Avis Bormio

Silvio Mevio

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

30 Marzo 2004 il governo Berlusconi II istituisce il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo degli istriani, fiumani e dalmati

Social

newFB newTwitter