Sondrio , 24 marzo 2020   |  

Sondrio servizi al pubblico chiusi fino al 15 Aprile

Nel capoluogo sondriese gli uffici pubblici saranno chiusi al pubblico fino alla data del 15 Aprile

postali

A seguito dell'entrata in vigore delle disposizioni normative in materia di contenimento del contagio da Coronavirus, e in particolare del decreto legislativo 18/2020 e delle ordinanze del presidente della Regione Lombardia del 21 e del 22 Marzo, si informa che gli uffici comunali rimarranno chiusi al pubblico fino al 15 aprile 2020 incluso.

Saranno garantiti, solo per urgenze, i seguenti servizi: Polizia locale 0342 526221-526228, polizia@comune.sondrio.it, Servizi sociali 0342 526284-526428, pianodizona@comune.sondrio.it, Servizi demografici, solo per dichiarazioni di nascita, di morte e operazioni cimiteriali 0342 526200-526201, anagrafe@comune.sondrio.it.

Si invitano i cittadini a presentare le istanze e le richieste tramite i seguenti canali: posta elettronica certificata (solo da altra casella Pec, poiché l'email ordinaria non viene accettata) indirizzata a protocollo@cert.comune.sondrio.it; corrispondenza postale indirizzata a Comune di Sondrio, piazza Campello 1, 23100 Sondrio; fax 0342 526333; per le pratiche edilizie è attivo lo sportello digitale, completamente on line; per il pagamento delle sanzioni al codice della strada è possibile utilizzare il sistema pago PA, on line, effettuare un versamento sul conto corrente postale 10312239 o un bonifico bancario con Iban IT07G0760111000000010312239.

Gli altri uffici comunali, seppure chiusi al pubblico, potranno essere contattati ai seguenti recapiti: Ufficio relazioni con il pubblico e Ufficio protocollo 0342 526311, info@comune.sondrio.it; Ufficio tributi, tributi@comune.sondrio.it; Sportello unico attività produttive suap@comune.sondrio.it; Servizio istruzione 0342 526261, istruzione@comune.sondrio.it; Settore servizi tecnici 0342 526254, ufficiotecnico@comune.sondrio.it.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Aprile 1167 a Pontida i delegati delle città di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Ferrara si riuniscono e fondano la Lega Lombarda per contrastare Federico Barbarossa.

 

Social

newFB newTwitter