Sondrio, 14 novembre 2017   |  

Banche in negativo, i titoli Creval ancora sotto pressione

Chiusura poco sopra 1,51 euro e prezzi molto volatili

crevalealtri

Le banche hanno sofferto ancora nel martedì di Borsa anche perché la Bce non ha chiarito del tutto i criteri stringenti di valutazione dei prestiti non rimborsati dai clienti. Quasi tutti gli istituti sono arretrati e i titoli Creval, interessati da un aumento di capitale da 700milioni, hanno lasciato sul campo un altro 6% circa a 1,51 euro. È stato annullato il mini-recupero di ieri.

Le oscillazioni sono vistose fin da martedì scorso e occorreranno ancora dei giorni per capire il punto di equilibrio. La banca sta rafforzando le attività di comunicazione nazionale. Nelle segnalazioni pubbliche sul sito di Borsa Italiana, nell'internal dealing (le compravendite di titoli effettuate da amministratori o soggetti rilevanti all'interno dell'istituto) compare qualche vendita, ma non per importi significativi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter