Bormio, 03 febbraio 2020   |  

Bormio Mondiale Junior l'Italia è bronzo

La staffetta femminile sale sul terzo gradino del podio

premiazione staffetta femminile

Nell’ultima giornata dei Campionati del mondo juniores di short track la staffetta italiana si è messa al collo una luccicante medaglia bronzo. Un risultato che ripaga l’intero movimento azzurro per il buon lavoro svolto in questa ultime due annate. Un piccolo grande gruppo, guidato dal medagliato olimpico Nicola Rodigari affiancato dall’azzurra Gabriella Monteduro.

Una medaglia sulla carta già scritta, nel vero senso della parola, visto il forfait dell’ultima ora da parte dello squadrone coreano, rimasto senza una frazionista perché incappata purtroppo in un infortunio durante le fasi di qualifica delle gare individuali.

Tre squadre al via dunque ed una medaglia più meno assicurata per ciascun team, con la sola incognita: una squalifica avrebbe mandato in fumo il podio mondiale. Un quartetto azzurro, metà del quale di matrice bormina, composto da Chiara Betti, Elisa Confortola, Viola de Piazza e Katia Filippi. A bordo pista la riserva Anna Spechenhauser anch'essa di Bormio.

Azzurre determinate e grintose, sempre in gara ed in lizza per un risultato da urlo. Una missione d’argento che si stava compiendo con il sorpasso dell’Italia sulle russe, ma poi la caduta della stessa Elisa Confortola che ha rispedito l’Italia sul terzo gradino del podio. Vittoria con record del mondo per la forte nazionale d’Olanda (4’12″019, record del mondo junior), davanti alla Russia (4’13″288). 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Febbraio 2005 in Italia entra in vigore il trattato di Kyoto, con l'obiettivo di ridurre, entro il 2010, l'emissione di anidride carbonica del 6,5% rispetto al 1990.

Social

newFB newTwitter