Roma, 18 maggio 2017   |  

Boscaini confermato presidente Federvini  

Mercoledì 17 Maggio, tenuta a Roma l'Assemblea annuale di Federvini

0.federvini1

Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, è stato riconfermato Presidente di Federvini nel corso dell'Assemblea annuale, di mercoledì 17 Maggio, a Roma. Boscaini, classe 1938, veronese della Valpolicella, rappresenta la terza generazione di una storica famiglia di viticoltori legati all'Amarone e al Recioto.

L'Assemblea della Federazione, facente parte di Confindustria, ha rinnovato anche le altre cariche statutarie Pietro Mastroberardino è stato rieletto Presidente del Gruppo Vini; Micaela Pallini, Vice Presidente e Amministratore Delegato di Pallini SpA, ha ricevuto la nomina di Presidente del Gruppo Spiriti, mentre Sabrina Federzoni, è stata nominata al vertice del Gruppo Aceti. "La scelta di Boscaini, ha sottolineato il vice ministro alle Politiche agricole, Andrea Olivero  è lungimirante, e raccorda l'ottimo lavoro svolto con la voglia e il desiderio di crescere. L'elezione premia un lavoro costante e continuo che ha avuto come punto più alto il Testo Unico, nel quale il legislatore ha riconosciuto il vino quale fenomeno sociale e culturale". Tra le iniziative da rimarcare anche la campagna #Beremeglio, che con Sandro Boscaini ha ricevuto un deciso impulso per dialogare i giovani consumatori.

"Le sfide sono ora numerose, ma ho percepito una grande fiducia nei miei confronti da parte dell'Assemblea, ha detto Boscaini.  I numeri sono confortanti: nel 2016 l'Italia è l'unico, tra i massimi paesi produttori, ad avere avuto un andamento positivo da qui bisogna ripartire con ancora più slancio e volontà. Anche l'agricoltura è coinvolta, perché un buon vino è parte della filiera, dalla cura dell'uva alla distribuzione fino all'insegnamento a scuola".

Mastroberardino ha invitato a "guardare al vino come economia, impresa, e cultura d'impresa. Vincente è il reciproco sostegno tra aziende vitivinicole e territorio, ma se le imprese non smettono mai di investire sul brand, anche le istituzioni non devono mai mollare la presa sulla promozione del territorio"

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Luglio 2004 per commemorare i 50 anni della conquista italiana del K2, nel Karakorum, un'altra spedizione italiana arriva sulla cima del K2, ad 8.611 metri, dopo 9 ore di salita. I quattro italiani sono Mario Dibona, Renato Sottsass, Marco Da Pozzo e Renzo Benedetti

Social

newFB newTwitter