Sondrio, 08 gennaio 2018   |  

Lecchese è l'autore dei furti nelle case parrocchiali sondriesi

Serie di furti nelle case parrocchiali dei Comuni sondriesi, i Carabinieri scoprono l'autore

Sondrio Duomo1

Da qualche tempo si verificavano strani furti nelle case parrocchiali dei comuni del Sondriese. Quest’estate una “visita” di un ladruncolo che dopo aver scavalcato la recinzione dell’area parrocchiale di Regoledo si aggirava con fare sospetto.  In quell’occasione veniva messo in fuga dalla voce di un sacrestano che l’aveva scoperto. In quell'occasione il sacerdote, sporge denuncia. Mesi dopo lo stesso uomo tentava di nuovo il furto, qualche mese prima non riuscito, nella casa parrocchiale di Regoledo. Domenica mattina 7 Gennaio, con la scusa di una confessione, riesce a sapere che il prete è impegnato con i suoi parrocchiani; coglie l'occasione ed uscito dalla Chiesa riesce a forzare la serratura della casa parrocchiale e ad agirarsi indisturbato tra le stanze.

Il parroco non vedendo più tornare l’uomo insospettito, si dirige nel cortile della Chiesa e da li vede dei movimenti all’interno della casa parrocchiale. La chiamata ai Carabinieri e il  giungere tempestivo non permette al ladro di scappare in tempo riuscendo solo maldestramente a nascondersi dietro la tenda della finestra.

I Carabinieri lo sorprendono  con 145,00 euro rubati dalla scrivania del sacerdote e gli strumenti usati per lo scasso. Il topo d’appartamento, è un lecchese di 54 anni ora si trova presso il carcere di Sondrio in attesa di essere convocato davanti l’Autorità Giudizi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Gennaio 2005 in Somalia,  miliziani musulmani integralisti distruggono completamente il cimitero italiano di Mogadiscio. Dietro il vandalismo probabili interessi edilizi sulla zona.

Social

newFB newTwitter