Roma, 11 maggio 2022   |  

Cei appoggio al piano nazionale di prevenzone e contrasto dell'abuso e dello sfruttamento sessuale minorile

Massimo appoggio. E massima attenzione. Nell'ottica della carità cristiana per la lotta contro il devastante fenomeno della pedofilia e della pedopornografia.

pocket 1506514 640

La voce della Conferenza Episcopale Italiana così come il suo impegno a dare il proprio contributo è emersa chiara durante l'incontro dell'Osservatorio per il contrasto delle due piaghe sociali. L'Osservatorio ha dato il via libera al Piano nazionale di prevenzone e contrasto dell'abuso e dello sfruttamento sessuale minorile.

"La nostra partecipazione a questo tavolo per parlare insieme di prevenzione degli abusi- ha dichiarato monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei - è una pagina nuova che si apre nella prospettiva di un cammino consapevole in sinergia, volto a costruire una comunità educante e sicura". Monsignor Russo, presente all'appuntamento insieme con l'arcivescovo di Ravenna- Cervia Lorenzo Ghizzoni e con quello di Cagliari Giuseppe Baturi, ha poi affermato che "alla Chiesa che è in Italia stanno a cuore la sicurezza e la salvaguardia dei piccoli e dei vulnerabili".

E ha aggiunto che la Chiesa è impegnata ad adoperarsi "a ogni livello per una responsabilizzazione attiva, avviando una serie di misure di prassi e di attività formative volte a contrastare possibili abusi in ambito ecclesiastico". Passi in avanti, in questi anni, come hanno convenuto i varii relatori, ne sono stati compiuti: dall'istituzione del Servizio Nazionale per la tutale dei minori e delle persone vulnerabili al Servizio diocesano per la tutela dei minori passando per l'individuazione di un escovo in ogni regione ecclesiastica. Ma vi è ancora della strada da compiere.

"Auspichiamo - ha concluso monsignor Russo - che questo comune cammino di accompagnamento e formazione non si limiti alla sola supervisione o alla fase iniziale, ma si consolidi come esperienza formativa permanente".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Maggio 1992 - Strage di Capaci: una bomba fa saltare l'autostrada mentre transitavano le auto del giudice Giovanni Falcone e della scorta

Social

newFB newTwitter