Sondrio, 08 luglio 2021   |  

Cei, festa di San Benedetto, preghiera per i morti in mare

Gli ultimi morti in mare risalgono a questi giorni. Tutti con un punto in comune: erano migranti che cercavano una speranza e hanno trovato invece la tragica fine della loro esistenza nelle acque del Mediterraneo.

prayer 2544994 640

Al loro ricordo, ma anche alla speranza che tutto ciò non accada mai più, la presidenza della Cei rivolge per domenica 11 Luglio, festa di san Benedetto, un invito alle comunità ecclesiali affinché sia letta durante le funzioni una preghiera dei fedeli composta con questo scopo. "Per tutti i migranti - recita il testo della preghiera - e in particolare per quanti tra loro hanno perso la vita in mare, naviganti alla ricerca di un futuro di speranza, risplenda pe loro il tuo volto, o Padre, al di là delle nostre umane appartenenze e la tua benedizione accompagni tutti in mezzo ai flutti dell'esistenza terrena verso il porto del tuo Regno.

Al cuore delle loro famiglie, ch non avranno mai la certezza di ciò che è successo ai loro cari, Dio sussurri parole di consolazione e conforto , lo Spirito Santo aleggi sulle acque, affinché siano fonte di vita e non luogo di sepoltura, e illumini le menti dei governanti perché, mediante leggi giuste e solidali, il Mare Nostrum , per intercessione di San Benedetto, patrono d'Europa, sia ponte tra le sponde della terra, oceano di pace, arco di fratellanza di popoli e culture preghiamo".

L'invito della Cei è figlio della consapevolezza che "le tragedie che continuano a verificarsi nel Mediterraneo e lungo le diverse rotte marittime e terrestri scuotono le coscienze e chiedono di guardare con lucidità al fenomeno delle migrazioni". E trae linfa anche dall'ampia attenzione costantemente riservata al tema dal Santo Padre che ha sottolineato come "il Mediterraneo è diventato il più grande cimitero d'Europa". I dati lo confermano in modo lacerante; nei primi cinque mesi del 2021 nelle acque del Mediterraneo centrale sono morte 632 persone con una crescita del 200 per cento rispetto allo scorso anno. Numeri che non possono non interrogare chi , per riprendere le parole del commediografo Terenzio, sia un uomo e non consideri a sé estraneo nulla di quanto è umano. (Cri.Com.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Settembre 1759 papa Clemente XIII pubblica la Lettera enciclica Cum primum, sulla corruzione dei chierici, contro l'esercizio della mercatura da parte di questi, contro gli impegni servili e laicali e le attività secolari.

Social

newFB newTwitter