Sondrio , 15 luglio 2017   |  

Ceta, la bocciatura del Consorzio Carne Bovina

Un rischio per i posti di lavoro e i consumatori

Carne bovina 864x400 c

“L’accordo di libero scambio fra l’Europa e il Canada rischia di affossare per sempre la carne italiana”: Primo Cortelazzi, Presidente del Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina, boccia senza appello il Ceta (Accordo economico e commerciale globale) e lo considera un’autostrada aperta da Bruxelles all’ingresso nei paesi UE di carne di bassa qualità, magari triangolata con gli USA dove è permesso l’uso di ormoni negli animali, che strangolerebbe il mercato italiano e l’attività di migliaia di allevatori.

“Stiamo facendo un gran lavoro per garantire sicurezza, trasparenza e tracciabilità dei nostri prodotti e adesso con questo accordo rischiamo di trovarci neanche al punto di partenza, ma molto più indietro, afferma Cortelazzi, perché la carne dal Canada affiancherebbe quella italiana con sempre maggiori possibilità di confusione. Il prezzo alla stalla andrà giù mettendo a rischio centinaia di posti di lavoro, mentre sono convinto che la spesa del consumatore non ne avrebbe alcun beneficio, né sul fronte del prezzo e tantomeno su quello della qualità”.

Per questi motivi,  spiega Cortelazzi, il Consorzio che lui presiede e che rappresenta 500 stalle per oltre centomila animali allevati, è contrario alla ratifica del CETA: “Mi auguro che il Parlamento italiano non sia preso dalla foga di far vedere che ogni tanto arriviamo anche prima degli altri, ma ancora una volta nella direzione sbagliata, con uno spreco di energie, tempo e volontà politica degne di miglior causa. Il CETA alla fine è un affare solo per i canadesi. A noi italiani, se verrà ratificato, non resterà che raccogliere i cocci”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Luglio 1927  ad Adenau (Germania) Alfredo Binda vince il 1º Campionato del mondo professionisti di ciclismo. I primi posti sono tutti italiani: seguono Binda Costante Girardengo, Domenico Piemontesi e Gaetano Belloni

Social

newFB newTwitter