Verceia (So), 19 dicembre 2017   |  

Chiusa la stagione del "Tracciolino"

Sono state oltre 10 mila le persone che l'hanno percorsa a piedi o in bicicletta

locandina serata 1 12 2017

Foto d'archivio

Le due ordinanze di divieto al transito dei comuni di Verceia e Novate Mezzola, rese necessarie a seguito delle copiose precipitazioni nevose dei giorni scorsi, hanno decretato la fine della lunga stagione del "Tracciolin"o, il suggestivo itinerario di mezza costa inaugurato nell’ Autunno del 2016, che si può percorrere a piedi o in bicicletta. Il primo anno, iniziato nella seconda metà di marzo, durato nove mesi, registra un bilancio completamente positivo e apre grandi prospettive per il futuro.

I quasi dieci chilometri del percorso, realizzato negli anni Trenta da Edison, a servizio degli impianti idroelettrici delle valli Codera e dei Ratti, durante la bella stagione sono diventati l’ambita passeggiata di migliaia e migliaia di persone, attratte dalle sue peculiarità e dalle bellezze paesaggistiche. Risulta difficile stimare l’esatto numero ma se si considerano i permessi rilasciati dal comune di Verceia alle auto, cinquemila in totale, calcolando almeno due o tre persone per mezzo si superano i diecimila. Vanno inoltre considerati quelli che sono saliti a piedi o in bicicletta rinunciando all’auto.

«Per quanto ci riguarda il bilancio è più che soddisfacente, considerato che questo era il primo anno di apertura dopo i lavori di adeguamento e di messa in sicurezza realizzati dalla Comunità Montana della Valchiavenna - sottolinea il presidente Flavio Oregioni -. L’afflusso è quindi destinato ad aumentare grazie alle azioni di comunicazione del Consorzio turistico della Valchiavenna e al passaparola: ciò che il 2017 ci ha detto è che il Tracciolino piace molto». Considerazioni condivise dal sindaco di Novate Mezzola Mariuccia Copes: «Si tratta di un percorso unico nel suo genere, che soddisfa le esigenze di tutti, sia delle famiglie con bambini che degli appassionati della mountain bike - evidenzia -, a differenza dei sentieri che scendono dalla val Codera, riservati ai soli escursionisti. Di mese in mese abbiamo visto aumentare le persone lungo l’itinerario: per Novate Mezzola e per l’intera valle si tratta di una risorsa importante che siamo impegnati a valorizzare».

«L’interesse nei confronti del Tracciolino e il gradimento dell’esperienza vissuta sul percorso sono cresciuti notevolmente durante l’anno - sottolinea il direttore del Consorzio turistico Filippo Pighetti -. La proposta turistica che abbiamo veicolato attraverso i social network è piaciuta molto, anche perché abbinata alla scoperta del territorio e delle sue tradizioni. I numeri registrati confermano che si tratta un percorso che completa un’offerta straordinaria nell’ambito del cicloturismo».

Dopo questo primo anno positivo non resta che attendere la primavera e il disgelo per una nuova stagione del "Tracciolino" qualche mese di attesa prima delle revoca delle ordinanze di divieto al transito.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Gennaio 1506 arriva a Roma il primo contingente di Guardie Svizzere composto da 150 uomini

Social

newFB newTwitter