Milano , 12 luglio 2017   |  

Cinghiali, approvato il progetto di legge in Consiglio Regionale

Martinazzoli: “Contenimento dei cinghiali e indennizzi, importante risultato per le zone di montagna”

cinghiale1

Via libera dal Consiglio Regionale al progetto di legge sulla “gestione faunistico-venatoria del cinghiale e recupero degli ungulati feriti”. In merito è intervenuta Donatella Martinazzoli, consigliere regionale della Lega Nord. “La normativa - ha dichiarato Martinazzoli - rappresenta un passo in avanti su una problematica che esiste da tempo ma che per la prima volta viene affrontata anche dalla Regione in maniera più incisiva e concreta.”


“Sono molte – ha spiegato Martinazzoli - le novità introdotte da una normativa che si pone l’obiettivo di far fronte ai problemi causati dall’espansione sia numerica che geografica di questa specie. La presenza dei cinghiali è stimata in Lombardia in un numero non inferiore ai 6000 nelle aree prealpine e alpine e in non meno di 4000 esemplari nel territorio appenninico. Una presenza che causa considerevoli danni alle attività agricole e porta gravi conseguenze agli allevamenti, dato che la specie è portatrice della peste suina e di altre patologie trasmissibili.” “La legge prevede l’indennizzo per i danni provocati dal cinghiale alle produzioni agricole, ai terreni coltivati e ai pascoli. In particolare, per quanto riguarda le zone di montagna, sarà previsto il risarcimento per tutti i proprietari, anche se non imprenditori agricoli, sia per il mancato raccolto che per il ripristino delle superfici nei prati in pendenza”. “La normativa – prosegue Donatella Martinazzoli – suddivide poi il territorio agro-silvo-pastorale lombardo in aree idonee, in cui la gestione del cinghiale avviene mediante controllo e prelievo venatorio, e aree non idonee in cui si interviene mediante controllo e prelievo venatorio di selezione. Viene introdotto inoltre il concetto di “densità obiettivo”, i cui criteri di calcolo verranno deliberati dalla Giunta Regionale. La legge valorizza inoltre la carne di cinghiale anche attraverso la promozione di attività di beneficenza alimentare, migliora la gestione delle carcasse di ungulati e favorisce l’attività di recupero degli ungulati feriti. La normativa consente poi il prelievo venatorio nelle aziende faunistico venatorie e agrituristiche di cinghiali marchiati e provenienti da allevamenti autorizzati.” (Cesare Gariboldi - Ufficio Stampa)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Luglio 1875, a Kesswil (Svizzera), nasce Carl Gustav Jung, psichiatra, psicoanalista e antropologo. Morirà a Küsnacht (Svizzera), il 6 giugno 1961

Social

newFB newTwitter