Sondalo , 25 novembre 2019   |  

Compagnoni e Menghi vincono Cross de Pradela

Domenica 24 Novembre, si è disputata a Sondalo la gara di atletica organizzata dall'atletica Alta Valtellina

PRADELA

Foto di Davide Vaninetti/FRV

L’Atletica Alta Valtellina ha organizzato a Sondalo il Cross de Pradela domenica 24 Novembre nei prati adiacenti la pista di atletica. Modificato in parte, rispetto agli anni scorsi, il tracciato di gara che si è comunque presentato molto veloce e muscolare.

Quasi 300 gli atleti al via della seconda prova del Campionato provinciale Fidal di società di corsa campestre nonché 15a prova del Trofeo CREVAL per il settore giovanile. Presenti tra il pubblico e alle premiazioni i campionissimi di corsa in montagna Marco De Gasperi ed Elisa Desco che vestono la canottiera della società di Adriano Greco e Thomas Gianoli.

Dopo i 55 mini-atleti delle categorie esordienti 6 e 8 che si sono sfidati sul tracciato promozionale di 400 metri, è stata la volta degli esordienti 10 che hanno percorso 800 metri. Sia a livello femminile sia in quello maschile la vittoria è andata a due habitué del podio Tabatha Spini (GP Talamona) e Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia). Insieme con loro sul podio sono saliti Gaia Sutti (GS Valgerola) e Mattia Sutti (GS Valgerola), Silvia Marelli (Ardenno Sportiva) e Gabriele Scaramella (GP Valchiavenna). Nelle ragazze il podio si è deciso sul fil di lana con un avvincente sprint: Francesca Tirinzoni (GP Talamona) d’un soffio davanti a Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina) e Noemi Gini (GP Valchiaenna) appena dietro. Anche nei ragazzi il podio è racchiuso in 3 secondi: il più veloce è Daniele Ciaponi (GP Talamona) che mette in fila Matteo Bottà (GS Valgerola) e Lorenzo Tomera (GP Valchiavenna).

Nelle cadette Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) è in gran giornata e dopo un primo giro di lancio in compagnia di Letizia Maiolani (US Bormiese) impone il suo ritmo e stacca il gruppo. Alle sue spalle una prudente Maria Gusmeroli (GP Talamona) è autrice di gara in progressione che la porta fino al secondo posto, con Maiolani che si porta a casa la medaglia di bronzo. Nei cadetti è Francesco Bongio show: il portacolori del GS CSI Morbegno è in testa dal primo all’ultimo metro e lascia i restanti posti del podio ad Erik Canovi (GP Talamona) e Gabriele Sutti (GS Valgerola). Negli allievi il vicecampione italiano di corsa in montagna Matteo Bardea (AS Lanzada) non sbaglia niente e vince davanti ai valchiavennaschi Davide Gini e Nicola Fumagalli. Si passa poi alla gara femminile di 3 km con al via allieve, junior, promesse, senior e master: 24 in tutto.

Giulia Compagnoni (Atletica Alta Valtellina) non poteva mancare al cross organizzato alla sua società sportiva e sfrutta l’occasione per un buon allenamento in vista delle prossime uscite di skialp. La vittoria è agevolmente sua con il crono di 11’29”, mentre alle sue spalle si accomodano Gaia Bertolini (Pol. Albosaggia/11’50”) prima delle junior, Cinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno/11’58”) prima delle master, Sveva Della Pedrina (GP Valchiavenna/12’21”) prima delle allieve e Ilaria Barri (GP Santi\12’37”).

Nella gara maschile di 6 km a tirare il gruppo si mette Stefano Sansi (GS CSI Morbegno), ma a metà gara lo junior Cristian Menghi (GS Valgerola) cambia ritmo e guadagna metri preziosi su Sansi.

L’atleta di Maurizio Piganzoli, allenato da Fabrizio Sutti, taglia per primo il traguardo con il crono di 19’34” (primo anche della categoria juniores), seguito dal master del CSI Morbegno Stefano Sansi in 19’55” e dalla promessa Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia/20’02”).

La top five è completata da Christian Lucchini (Atl. Alta Valtellina\20’10”) e dall’inossidabile Graziano Zugnoni (GP Talamona\20’13”). Il 6° Cross de Pradela è appannaggio del GS Valgerola davanti ai diavoli rossi del GS CSI Morbegno e ai padroni di casa dell’Atletica Alta Valtellina

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newFB newTwitter