Sondrio, 06 novembre 2020   |  
Economia   |  Cronaca

Creval: utile netto di 65,6 milioni di euro

Diminuiscono i costi e i crediti deteriorati; la Banca ne ha ceduti per un controvalore lordo di oltre 800 milioni di euro.

CREVALlimages

Con un utile netto dei primi nove mesi, pari a 65,6 milioni di euro, il Credito Valtellinese ha quasi raddoppiato la sua performance rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Importante, a questo proposito, il forte contributo del terzo trimestre pari a 24,6 milioni di euro (+57%).

Buona anche la tenuta dei risultati operativi nonostante gli impatti della pandemia sull’economia, con ricavi in crescita dell’8,6% e consistente pure il calo dei costi del personale: - 8,4%.

Da segnalare inoltre il significativo miglioramento della qualità del credito con un npe ratio lordo al 6,4% (netto al 3,5%), raggiunto in anticipo rispetto al target di piano, grazie alla diminuzione operata nello stock di crediti deteriorati (-45,6% a/a) e all’efficiente processo di erogazione del credito.

Sul fronte della qualità del credito, nel corso dei primi nove mesi dell’anno la Banca ha ceduto crediti deteriorati per un controvalore lordo di oltre 800 milioni di euro, completando in anticipo l’obiettivo previsto.

Qui sotto il comunicato integrale della Banca relativo al bilancio che tiene conto dei primi nove mesi di attività dell'ano in corso.

download pdf Il testo integrale del comunicato della Banca

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Novembre 2005 il fiume Tevere esonda in Umbria e a Roma raggiunge i 12 metri, livello record che viene superato solo dai 12 metri e 41 centimetri del 1986

Social

newFB newTwitter