Campodolcino, 29 maggio 2018   |  

Da Ufficio Turistico a Infopoint per un servizio più efficiente

Il riconoscimento della Regione consentirà di soddisfare le esigenze degli utenti

milnnkbjojcegolo

Rendere l’azione delle strutture di informazione e accoglienza turistica più efficace rispetto alle esigenze dell’utenza e alzare gli standard qualitativi dei servizi offerti: questi gli obiettivi del bando con il quale la Regione Lombardia ha istituito gli Infopoint. Tra questi ci sono anche gli uffici del Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna, a Campodolcino e Chiavenna.

L'uffico di Chiavenna è ospitato nei locali della stazione ferroviaria. Ormai un punto fermo, per i turisti come per i viaggiatori, italiani e stranieri, oltre quarantamila all’anno, che trovano informazioni e servizi.

Il riconoscimento regionale e la trasformazione in Infopoint per l’ufficio di Chiavenna non rappresentano un punto d’arrivo bensì un inizio: da qui si parte per migliorare ulteriormente i servizi.

La condivisione in rete con tutti gli Infopoint della Lombardia di eventi, manifestazioni e informazioni turistiche consentirà di allargare il bacino d’utenza, l’ampliamento degli orari di apertura e il servizio wi-fi permetteranno di soddisfare le esigenze di un maggior numero di persone, il miglioramento dell’estetica esterna, in corso di realizzazione, renderà l’ufficio ancora più visibile.

L’esperienza dell’Ufficio turistico e della sede del Consorzio, entrambi ospitati nei locali in disuso dell’immobile ferroviario, è stata raccontata dalle Ferrovie dello Stato nel volume dal titolo: “Stazioni impresenziate. Un riuso sociale del patrimonio”. 

Tra le esperienze più virtuose, 88 in totale, c’è quella chiavennasca: una buona pratica fatta di servizi efficienti, un’area esterna riqualificata con opportunità quali parcheggi, trasporti e un collegamento ciclopedonale.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Giugno 1866 l'Italia si allea alla Prussia contro l'Austria iniziando, di fatto, la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newFB newTwitter