Val Masino, 22 agosto 2019   |  
Cronaca   |  Sport

Dall'Iran in Valtellina per scalare alcuni “santuari” rocciosi

Questa sera 22 Agosto in Val Masino incontro con la climber iraniana Nasim Esqui

desaNasim Eshqi 740x400

Nasim Esqui, 37 anni, climber iraniana

Questa sera, giovedì 22 Agosto, con inizio alle ore 21, presso il Centro della montagna – (Casa delle Guide) , Filolera, via Moss (Valmasino) –, Luca Calvi presenta la climber Nasim Esqui, che parla sul tema “Arrampicare in Iran”.

L'incontro è promosso dalla Fondazione Luigi Bombardieri presieduta dall'avvocato Angelo Schena, past president del Cai Sezione Valtellinese e dai diversi sponsor che appaiono nella locandina predisposta per illustrare l'evento, qui sotto pubblicata.

La trentasettenne climber iraniana conosce la Valtellina per essere stata ospite della manifestazione Sondrio Festival, rassegna internazionale dei documentari sui parchi, che da anni si tiene in autunno nel capoluogo valtellinese. Se in quella occasione si era limitata a passeggiare, in queste giornate estive la climber ha voluto assaporare il gusto dell'arrampicata in luoghi “santuario” per gli scalatori come “Luna Nascente”, “Stella Marina”, “Risveglio di Kundalini”.

Che cosa spinga una giovane iraniana a praticare questo impegnativo sport è la stessa Nasim a spiegarlo a Luigi Bolognini che l'ha intervistata per "La Repubblica" ieri, mercoledì 21 Agosto.

«Libertà fisica e mentale», dice la climber, che poi specifica: «Quando sono in montagna, scalo una roccia, mi sento bene, mi diverto, respiro profondamente, assaporo il contatto con la natura, mi sento libera. Non esiste una cosa più importante: arrampicare apre la mente e ti permette di godere molto di più gli incontri con con altre persone, quando ti ci trovi legato in cordata».

download pdf La locandina dell'evento

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newFB newTwitter