Sondrio, 08 settembre 2017   |  
Cronaca   |  Cultura

È in distribuzione il Notiziario della Banca Popoare di Sondrio

Si tratta del numero 134 che, tra gli altri interessanti articoli, pubblica quello di Marco Vitale dedicato a: “Don Luigi Sturzo: un maestro per l’Italia di oggi e di domani”.

abdownload

Don Luigi Sturzo (1971 - 1959)

E’ in circolazione il Notiziario n. 134 – quello cioè di agosto – della Banca Po­polare di Son­drio, secondo nu­mero dell’anno della rivista, che è consultabile anche in versione digitale: su iPad, mediante l’apposita app “Il Notiziario”, scaricabile da App Store; su personal computer, accedendo alla pagina Internet http://nonsolobanca.popso.it/notiziario.

Il periodico apre con Terza pagina, dove campeggia il dotto scritto “Vacanza, meditazione, silenzio” del cardinale Gianfranco Ravasi, responsabile culturale vaticano.
Segue Economia – Finanza con “Della separazione tra capitalismo e democrazia nell’era della globalizzazione” di Stefano Zamagni, docente di economia presso l’Università di Bologna.

Per Attualità hanno scritto Paolo Magri, Luisa Bonesio, Susanna Tamaro, autori rispettiva­mente di “La Francia ‘En Marche’!: verso dove?”, “Ritornare in montagna” e “Non in mio nome”.
La finestra Personaggi e vicende comprende “Don Luigi Sturzo: un maestro per l’Italia di oggi e di domani” di Marco Vitale; “Ricordo del professor Pasquale Saraceno” di Roberto Cafferata; e “Germaine Tillion, una lotta lunga una vita” di Silvia Miotti.

In Letteratura troviamo “Shakespeare e la ‘scienza triste’” di Enrico Reggiani e “Clemente Rebora, poesia a contatto con l’assoluto” di Davide Rondoni.
Uno sguardo al passato riporta “Sallustio ‘catilinario’” di Luciano Canfora e “’La missione’ di Vittorio da Feltre” di Edgarda Ferri.
“L’inganno delle diete” è l’articolo che Giorgio Calabrese ha scritto per la rubrica Salute.

Provincia ieri e oggi si compone dei contributi “El Caballero Lorenzo Boturini Benaduci”, “La Capanna dell’Alpinismo perduto” e “Un pilota valtellinese”, i cui autori sono rispettivamente Franco Monteforte, Giuseppe Miotti e Antonio Mazzucchi.

In Società e costume troviamo “Gli Alabardieri, le guardie del Duomo di Monza” di Luigi Losa, “Vivere bene secondo regola” di Alessandro Melazzini, “Nicotina… addio?” di Paolo Grieco e “In cerca di Santi e avventure” di Umberto Fava.

In Elzeviri troviamo Giorgio Torelli con “Quel misterioso e struggente primo amore”; Pietro Citati, autore di “La mistica di san Silvano del Monte Athos”; Alberto Papuzzi con “Il fascino della fantascienza”; Luca Goldoni, che ha scritto “La difficile ‘arte’ del doppiatore”.

Sono pubblicate diverse altre rubriche con articoli interessanti e scorrevoli di bravi autori, come, a esempio, Giovanni Caprara, Andrea Boscherini, Andrea Monti, Andrea Molesini, Fulco Pratesi, Natale Perego, Walter Belotti, Francesco Sa­verio Cerracchio, Roberto Ruozi e così di se­guito.

La rivista chiude con Cronache aziendali, in cui campeggiano le sezioni “Momenti Pirovano”, “Popsoarte” e “Fatti di casa nostra”. In quest’ultima finestra sono sintetizzate le novità di maggior rilievo del secondo quadrimestre 2017, riguardanti la Banca Po­polare di Sondrio e il suo buon procedere, come tra l’altro evidenziato nella “Lettera ai Soci e agli Amici” del 1° luglio 2017, riportata integralmente.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Settembre 1870 le truppe del Regno d'Italia entrano a Roma attraverso la breccia di Porta Pia, sancendo così l'unificazione del Paese e la fine del potere temporale dei Papi.

Social

newFB newTwitter