Valgerola, 20 marzo 2019   |  

Ecomuseo Valgerola corso guide per studenti e appassionati di arte e cultura locale

Raccontare il proprio territorio, diventare più informati e attivi nel prendere contatto con la storia che racconta i luoghi antichi, le vallate e le montagne che ci circondano.

eco museo579

Avrà inizio il 23 Marzo in  Valgerola,  all' ecomuseo, circuito tutelato di spazi espositivi e ambienti di vita materiale ricostruiti, valorizzati a vocazione culturale ed ecologica, avvia i corsi per diventare guida turistici.

 «Lo facciamo per coinvolgere nuove persone sulle nostre iniziative – hanno commentato dalla organizzazione – i musei che sono a Gerola Alta e nei paesi della Valle sono richiesti, viene tanta gente per conoscerli e visitarli, e servono persone che possano tenerli aperti. Oltre ad accompagnare ragazzi, studenti, gruppi raccontando con cognizione quello che si sta visitando. È una iniziativa interna, la formazione e informazione che offriamo riguarda i nostri ambienti, gli allestimenti. E il corso si svolge nei luoghi, nei paesi, nelle nostre strutture». Sabato 23 marzo ci si muoverà a Gerola Alta con visita alla Casa del Tempo, al museo “La nostra storia” e alla “Vecchia falegnameria”. Lo storico locale e autore Cirillo Ruffoni terrà una conferenza sul tema, “La storia della Valgerola” si parlerà della lavorazione del carbone e del ferro. Si effettuerà una visita alla “Casa del tempo” e ai suoi giardini esterni.

«Attraverso visite con esperti e docenti specializzati si scopriranno i luoghi di maggior interesse della Valgerola – ha affermato per Ecomuseo il responsabile Sergio Curtoni – sono luoghi di storia antichissima, di arte e cultura contadina, ambienti di lavoro di una volta. Abbiamo 25 iscritti, era il numero che ci eravamo prefissati di coinvolgere. Partiamo, in seguito il corso, itinerante, si sposterà da Gerola Alta alle sue frazioni, e nei paesi di Sacco, Cosio Valtellino e Rasura».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Aprile 1956 seduta inaugurale della Corte costituzionale italiana

Social

newFB newTwitter