Sondrio , 09 settembre 2021   |  

Educazione stradale, Sondrio protagonista di "On the road 2021"

Coinvolti i Comuni delle province di Bergamo, Brescia e Sondrio

Ragazzi on the Road

“Un progetto importante legato all’educazione e alla legalità, che vede i nostri ragazzi protagonisti attivi della vita comunitaria”. Così Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, è intervenuta nel corso della conferenza stampa conclusiva della speciale edizione estiva del progetto “Ragazzi On The Road”. Giunto alla quattordicesima edizione, il format educativo coinvolge studenti liceali ed universitari che affiancano nella loro attività quotidiana gli agenti della Polizia Locale, delle Forze dell’Ordine e le squadre di Soccorso.

All’evento sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, il componente dell’ufficio di presidenza, Giovanni Malanchini, l’assessore regionale alla Sicurezza e Polizia locale, Riccardo De Corato. L’edizione estiva di quest’anno è stata all’insegna della ripartenza e della rinascita e ha interessato tre province lombarde, Sondrio, Bergamo e Brescia. Ecco i Comuni coinvolti: Sondrio, Chiavenna, Livigno; Desenzano del Garda e Sirmione per il Bresciano; Alzano Lombardo, Verdello, Osio Sotto, Spirano, Orio al Serio, Dalmine, Clusone, Treviglio, Scanzorosciate, Brignano Gera d’Adda, Seriate e Bonate Sotto per la provincia di Bergamo.

“Sono particolarmente orgogliosa di ‘Ragazzi on the road’ perché tutto è partito dalla mia Val Seriana – ha aggiunto Lara Magoni -; ora, dopo il coinvolgimento delle provincie di Sondrio e Brescia, l’obiettivo è allargare l’iniziativa a tutti i capoluoghi della Lombardia. Si tratta di un esempio virtuoso da seguire, che permette ai più giovani di comprendere il duro lavoro e l’umanità che contraddistinguono uomini e donne che quotidianamente, con fatica e spirito di servizio, indossano con orgoglio una divisa”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Settembre 1759 papa Clemente XIII pubblica la Lettera enciclica Cum primum, sulla corruzione dei chierici, contro l'esercizio della mercatura da parte di questi, contro gli impegni servili e laicali e le attività secolari.

Social

newFB newTwitter