Sondrio, 09 novembre 2017   |  

Fiordi investe 50mila euro in Creval, titolo ancora debole

Oltre al presidente, altri piccoli acquisti per dare fiducia nella ripresa

borsa

Ieri alle 15,31 il presidente del Credito Valtellinese, Miro Fiordi,  ha formalizzato un acquisto di 26mila titoli a 1,92 euro ciascuno (totale circa 50mila euro) come segnale di fiducia nella ripresa. Gli acquisti personali di figure di vertice vengono pubblicati nelle procedure di internal dealing di Borsa Italiana, in nome della trasparenza nei confronti di tutti gli altri azionisti. In queste ore post-annuncio dell'aumento di capitale sono stati ufficializzati piccoli movimenti dal presidente del Collegio sindacale Angelo Garavaglia e dal consigliere Flavio Ferrari. Gli acquisti personali da parte dei vertici e del management -  Valtellinanews lo ha ricordato (e auspicato) già lunedì sera - non sono novità in queste fasi di mercato. Tanto più forte e ampio è l'impegno economico, tanto più forte e ampio è il messaggio di credibilità. 

In una giornata negativa per i mercati europei, ma con diversi titoli bancari in recupero, le azioni Creval hanno fallito il rimbalzo. Occorreranno alcuni giorni per capire a che livello di prezzo gli investitori e i soci vorranno tenere i loro titoli. Incontri per spiegare aumento di capitale e piano industriale si sono tenuti a Londra e nei prossimi giorni proseguirà il lavoro della banca per illustrare le prospettive di rilancio.

Dopo aver recuperato fino a 1,938 euro nella prima parte della seduta le ultime contrattazioni si sono chiuse a 1,77 euro con un calo superiore all'1%. 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter