Sondrio, 02 ottobre 2019   |  
Economia   |  Cronaca

Genova ringrazia Salini, Cossi (e BPS)

di Alberto Comuzzi

I lavori del nuovo ponte sul Polcevera procedono grazie all'opera delle imprese edili, tra cui spicca la valtellinese Cossi Costruzioni il cui nome è inscindibilmente legato a quello della Banca Popolare di Sondrio

hgrunnamed

Modellino del ponte sulla costruzione del nuovo viadotto (credit Salini-Impregilo)

In perenne ricerca di consensi al varo del primo impalcato del nuovo ponte sul Polcevera si sono presentati i rappresentanti di tutte le istituzioni: Governo, Regione, Comune e Provincia.

I media hanno giustamente dato spazio all'evento perché la ricostruzione di quel ponte significa ridare vita non ad una singola città, Genova, ma ad un'intera regione, la Liguria, che si troverebbe spaccata in due da Est ad Ovest senza quel fondamentale anello di congiunzione stradale. Dopo l'orribile tragedia, costata la vita a 43 persone, è il momento della ricostruzione materiale del ponte, che ha in sé anche una forte valenza simbolica e morale.

Ha detto Pietro Salini, amministratore delegato di Salini Impregilo, l'impresa capofila dei lavori: «Siamo capaci di fare ponti, metropolitane, dighe, facciamole. Un esempio di Progetto Italia: oggi a tirare su queste pile è un'azienda che si chiama Cossi Costruzioni che era in difficoltà e l'abbiamo coinvolta nel progetto».

Salini ha tenuto a sottolineare l'importanza di fare sistema in un settore, quello dell'edilizia, in cui l'Italia primeggia grazie all'alta qualificazione di ingegneri, architetti e maestranze ai vari livelli.

Citando Cossi Costruzioni, inscindibilmente legata a BPS (che per salvare i 170 posti di lavoro della società ne ha acquistato il 18,5 per cento), Salini ha dato atto del valore aggiunto che l'azienda valtellinese è in grado di dare, con le proprie competenze, all'intero "Progetto Italia" volto a rafforzare, nel triennio 2019-2021, il settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni.

Quando un attaccante della squadra del cuore segna un goal i tifosi vanno in visibilio, ma difficilmente realizzano che a quel successo il calciatore è giunto grazie al lavoro degli altri suoi compagni di squadra e, soprattutto, all'opera, spesso non visibile, di alcune figure presenti nella società calcistica abituate a lavorare appartate. Ecco, al riconoscibile lavoro di Cossi Costruzioni e ai tanti goal che continuerà a segnare, ha concorso la tangibile quanto invisibile scelta operata dalla Banca Popolare di Sondrio che la primavera scorsa è venuta in soccorso dell'azienda in un momento in cui si temeva fosse in procinto di chiudere.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

8 Agosto 1956 in Belgio, nella piccola città mineraria di Marcinelle, scoppia un incendio nella miniera di carbone. Moriranno 262 lavoratori di 12 nazionalità diverse, la maggior parte (136 sono italiani)

Social

newFB newTwitter