Sondrio , 14 aprile 2019   |  

Grana Padano indicazione provenienza e lotta a Italian sounding

Regione Lombardia a fianco del consorzio su tutela e sicurezza alimentare

41sE Wf0K7L

L'assessore all'agricoltura e alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia, Fabio Rolfi, è intervenuto, stamane sabato 13 Aprile, all'assemblea del Consorzio di tutela del Grana Padano. 

Nel 2018 state consumate 4 milioni e 932 mila forme di Grana Padano e ne sono state vendute all'estero 1 milione e 938 mila forme, una crescita del 5.44% rispetto al 2017. 

«Il Grana Padano è la DOP più consumata al mondo. È un portabandiera della Lombardia agricola e dell’Italia all’estero. Per valorizzare l’intera filiera del latte è necessario difendere il valore di questo prodotto anche nella ristorazione: per questo rilancio la necessità di introdurre l’obbligo per i ristoranti di indicare la provenienza del formaggio grattugiato che viene servito. Dobbiamo tutelare i prodotti di qualità contrastando l’utilizzo dei similari proposti come Grana padano». 

«Affiancheremo il governo nella lotta all’italian sounding, pratica sleale che ruba alle nostre aziende 100 miliardi di euro all’anno. Il Consorzio Grana Padano fa battaglie importanti sulla chiarezza e sulla sicurezza alimentare. Due valori importanti per la Regione. Voglio inoltre sostenere l’azione del consorzio sul tema lisozima: è ormai appurato a livello scientifico come nel grana non si tratti di conservante. Questa informazione va comunicata in un contesto storico in cui l’attenzione del consumatore è sempre più spostata sulla sostenibilità e sulla qualità e naturalità del cibo. Non possiamo non valorizzare gli aspetti positivi del nostro prodotto perché infastidisce altri interessi» conclude Rolfi.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Giugno 2002 papa Giovanni Paolo II proclama Padre Pio santo con il nome di San Pio da Pietralcina

Social

newFB newTwitter