Cassina de Pecchi (Mi), 27 settembre 2017   |  

Hashish e cocaina occultati all'interno di un capannone

I Carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda (MI) hanno tratto in arresto un operaio 39enne italiano, poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

foto2

I militari, nel corso di un servizio volto al contrasto della diffusione delle droghe, hanno effettuato un controllo presso un capannone dismesso sito nella periferia di Cassina de’ Pecchi, dove erano stati segnalati movimenti sospetti. Ottenuta la presenza del 39enne, custode dell’immobile, è stato rinvenuto, nel cassetto di una scrivania, un involucro contenente 5 gr. di cocaina. L’estensione della perquisizione all’intera area ha consentito di rinvenire 850 gr. di hashish suddivisi in 80 ovuli e 5 kg. della medesima sostanza suddivisi in 4 panetti, occultati in scatole all’interno di vecchi mobili, dove era custodito anche il materiale per il confezionamento dello stupefacente. L’arrestato è stato condotto a San Vittore, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter