Berbenno , 08 agosto 2017   |  

Il bici club Berbenno all'avventura tra le Alpi

di Martina Bricalli

Il gruppo ha percorso i 410 km della Ciclovia Alpe Adria che collegano l’Austria all’Italia

Bici Club Berbenno 2

Bici Club di Berbenno

Il Bici Club Berbenno è ora di ritorno da un entusiasmante e faticoso tour lungo la Ciclovia Alpe Adria, la pista ciclabile che unisce i 410 chilometri che intercorrono tra Salisburgo (Austria) e Grado (Italia).  Il tragitto è stato votato Miglior ciclabile europea nel 2015 e racchiude in sé borghi e paesaggi mozzafiato. “Un’escursione cicloturistica veramente bella, ogni giorno nuovi paesaggi, nuovi borghi e nuovi paesi ed è questo il Leitmotiv del cicloturista” racconta Remo Moncecchi, Segretario del Bici Club.

Nove amici dell’associazione sportiva dilettantistica di cicloturisti del comune di Berbenno di Valtellina ha deciso, dunque, di affrontare questo percorso partendo in furgone da Berbenno, ricchi di biciclette e bagagli. Prima di percorrere la ciclovia, il gruppo ha visitato Salisburgo, definita Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e città natale di Wolfgang Amadeus Mozart.

Da qui si sono avviati lungo il tragitto in bicicletta che li ha visti percorrere cinque tappe da circa 80-90 chilometri l’una, lungo i 210 chilometri di paesaggi incantati dell’Austria e 200 di quelli italiani.  In Austria, attraverso la ciclabile dei Tauri, sono giunti alla fortezza di Honenwerfen, dove hanno assistito ad uno spettacolo con i falconieri; per poi salire fino a Bad Gastein, caratteristico centro turistico a 1200 mt prima della galleria.

In questo punto è impossibile proseguire in bici, così i cicloturisti hanno caricato furgone e mezzi sul treno che percorre il tunnel di 10 chilometri e che conduce a Mallntz. Di qui in discesa attraverso Carinzia, lungo la ciclabile della Drava, si passa per Spittal an der Drau e Villaco. Arrivati a questo punto, si sale verso il Tarvisio. La ciclabile segue qui la strada fino al passo per poi ricalcare il percorso della vecchia ferrovia ora in disuso, giungendo fino a Resiutta. Il gruppo si è fermato a visitare Venzone, uno dei più bei borghi medievali italiani e da lì è ripartito alla volta di Spilamberto, Gemona e Tricesimo per raggiungere il capoluogo provinciale di Udine. 

Andando verso la conclusione, i ciclisti berbennesi sono passati per le città stellata a nove punte di Palmanova e quella romana di Aquileia, per giungere infine al mare di Grado.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newFB newTwitter