Sondrio, 16 ottobre 2018   |  

Il Killer della penna arrestato dai Carabinieri (Video)

I fatti risalgono al 4 Febbraio scorso quando fu trovato a Cinisello Balsamo, in un appartamento situato al piano terra, il corpo di un uomo riverso sul letto e coperto di sangue.

Il Tenente Colonnello Simone Pacioni Comandante del gruppo dei Carabinieri di Monza, il Capitano Cosimo Vizzino Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sesto San Giovanni insieme al procuratore della Repubblica di Monza Luisa Zanetti, stamane martedì 16 Ottobre, presso la sala stampa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano, hanno tenuto un incontro con la stampa ed hanno esposto gli sviluppi dell'indagine che ha portato all'emissione dell' ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 42enne italiano, già noto alla giustizia e ritenuto responsabile dell' omicidio volontario aggravato di un cittadino di origine peruviana avvenuto nella notte del 4 Febbraio a Cinisello Balsamo.

La vittima di 43 anni, viveva in un appartamento al piano terra di Cinisello Balsamo, luogo che utilizzava per prostituirsi. Il corpo fu trovato, la sera del 4 Febbraio, dal coinquilino rientrato nell'abitazione intorno alle cinque del mattino, trova l'amico riverso sul letto, parzialmente vestito.

Secondo le prime indagini svolte dai Carabinieri, dall'abitazione non furono presi né soldi, né oggetti di valore. Dopo una serie di minuziose indagini svolte dai militari si è giunti ad una svolta importante che ha permesso l’identificazione del responsabile del reato.

L'uomo è stato ripreso da una telecamera di sicurezza mentre faceva salire la vittima sulla propria auto, in via Fulvio Testi di Milano, luogo dove abitualmente si prostituiva, raggiunto l’appartamento ed una volta in casa gli esplode un solo colpo di arma da fuoco al torace rivelatosi letale.

Durante il sopralluogo tecnico sulla scena del crimine sono state repertate impronte e tracce che hanno condotto gli inquirenti al presunto omicida. Inoltre gli esami balistici hanno dimostrato che il proiettile era stato esploso da una penna – pistola cal.22, utilizzata durante un tentato omicidio e rapina consumati la sera successiva a Segrate ai danni di un ristoratore cinese.

In quella circostanza l’autore fu arrestato insieme ad un complice, dai Carabinieri di San Donato Milanese e trovato in possesso della stessa arma utilizzata per l’omicidio di Cinisello Balsamo.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Novembre 2003 in un attentato suicida a Nasiriya in Iraq muoiono 23 persone, tra loro 19 sono italiani: 12 carabinieri, 5 soldati dell'Esercito Italiano e 2 civili

Social

newFB newTwitter