Sondrio , 13 settembre 2021   |  

In preghiera per ricordare don Malgesini

Per consentire a tutti di unirsi nella preghiera, la celebrazione eucaristica sarà trasmessa in streaming sul canale YouTube del “Settimanale della diocesi di Como”.

Don Roberto Malgesini Settimanale della Diocesi di Como

credit "Chiesadimilano"

Mercoledì 15 settembre sarà un anno dalla morte di don Roberto Malgesini, testimone umile e trasparente di Vangelo. Mercoledì 15 settembre, alle 7.00, ci sarà la recita del Rosario, momento che sarà possibile seguire via streaming sul canale YouTube del “Settimanale della diocesi di Como”.

Alle ore 20.30, nella chiesa di San Bartolomeo, il Vescovo monsignor Oscar Cantoni presiederà la Santa Messa di suffragio. In chiesa, nel rispetto delle norme anti-Covid, c’è a disposizione un numero limitato di posti per i fedeli. Per consentire a tutti di unirsi nella preghiera, la celebrazione eucaristica sarà trasmessa in streaming sul canale YouTube del “Settimanale della diocesi di Como”.

«Desidero ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, il sacerdote della diocesi di Como che è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava – disse papa Francesco, durante l’Udienza generale di mercoledì 16 settembre, il giorno dopo la tragica morte –. Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi familiari e della comunità comasca e, come ha detto il suo Vescovo, rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio, di questo testimone della carità verso i più poveri. Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini e per tutti i preti, suore, laici, laiche che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società». E ancora, sempre papa Francesco, a ottobre 2020, incontrando i familiari di don Roberto, così disse ai fedeli riuniti in Aula Nervi: «Le lacrime di quei genitori sono le lacrime “loro” e ognuno di loro sa quanto ha sofferto nel vedere questo figlio che ha dato la vita nel servizio dei poveri. Quando noi vogliamo consolare qualcuno, non troviamo le parole. Perché? Perché non possiamo arrivare al suo dolore, perché il “suo” dolore è suo, le “sue” lacrime sono sue. Lo stesso, con noi: le lacrime, il “mio” dolore è mio, le lacrime sono “mie” e con queste lacrime, con questo dolore mi rivolgo al Signore». È trascorso un anno e don Roberto continua a vivere in un ricordo che non è semplice memoria, ma è volontà di non disperdere il suo esempio. A partire dalla sua spiritualità, alimentata dalla preghiera.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Settembre 1759 papa Clemente XIII pubblica la Lettera enciclica Cum primum, sulla corruzione dei chierici, contro l'esercizio della mercatura da parte di questi, contro gli impegni servili e laicali e le attività secolari.

Social

newFB newTwitter