Sondrio , 10 luglio 2019   |  

Incendi boschivi dalla Lombardia più tutele per gli operatori

L'attenzione di Regione si concretizza nell'estensione della copertura assicurativa, in particolare le polizze infortuni e responsabilità civile verso terzi e prestatori d'opera, agli operatori AIB (Antincendio boschivo)

vigili del fuoco comolive

Regione Lombardia provvederà direttamente alla stipula dell'assicurazione per tutto il personale regionale preposto all'attività di prevenzione e di lotta agli incendi boschivi cosi' da garantire, d'ora in avanti, condizioni assicurative migliori e allo stesso tempo uniformi su tutto il territorio regionale. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni.

Si tratta di un calo del 96% dei costi assicurativi (da oltre 160.000 a 7.000 euro annui), che porterà con se' un aumento della sicurezza, oltre ad una maggiore uniformità delle tutele per gli 86 direttori operazioni di spegnimento (DOS) e i 4585 capisquadra AIB (antincendio boschivo) e i volontari AIB (antincendio boschivo) che svolgono il fondamentale lavoro di prevenzione e lotta agli incendi sul territorio lombardo.

Attualmente i DOS e i volontari AIB sono assicurati dagli enti di appartenenza (Province, Città Metropolitana, Comunità Montane e Parchi regionali), utilizzando i contributi di Regione Lombardia con condizioni e polizze difformi per tipologia di coperture e costi. Grazie all'estensione al personale AIB della polizza assicurativa della Compagnia Generali Italia, già titolare del contratto assicurativo con Regione Lombardia, si otterrà d'ora in avanti un consistente taglio della spesa.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newFB newTwitter