Sondrio , 08 ottobre 2017   |  

La danza incanta la città di Sondrio

Al teatro Sociale di Sondrio il pubblico ha assistito ad uno spettacolo che ha saputo coinvolgere ed emozionare il pubblico non solo degli appassionati e cultori di questa forma d'arte, ma anche di quelli neofiti o comunque poco conoscitori del ballo e delle emozioni che sa regalare.

IMG 3410 1

Venerdì sera, 6 Ottobre,  il pubblico sondriese ha assistito al Teatro Sociale di Sondrio al Gran Galà Internazionale di Danza, l'evento che ha inaugurato la Prima Stagione artistica dedicata alla danza.

Un evento voluto dall'Associazione Performing Danza, fondata nel 2010 con l'intento di divulgare la cultura del ballo dalla sua direttrice artistica Stefania Curtoni che quest'anno insieme all'attrice valtellinese Diana Manea ha ideato e curato l'ambizioso progetto di portare sul palcoscenico del Teatro Sociale di Sondrio ballerini di fama internazionale provenienti dalle maggiori realtà teatrali europee. 

Sul palco i ballerini hanno dato vita a rappresentazioni di alto livello, introdotti e accompagnati dalla voce narrante di Diana, ai ballerini di Performing Danza è stata  affidata l'apertura e la chiusura dello spettacolo su musiche di Arman Amar, Twin Light e Karl Jenkins e Adiemus, Cantus Insolitus  e la coreografia di Stefania Curtoni.

A seguire il passo a due da "Giselle" con Antonella Albano, italiana nata a Bari, solista del Teatro alla Scala di Milano e Davit Galstyan, armeno e Primo Ballerino del Ballet du Capitole de Touluse. Sulle note da "Lo schiaccianoci" e dal "Don Chisciotte" Esteban Berlanga, Primo ballerino della Compania Nacional de Danza de Madrid e Giada Rossi, ballerina della stessa Compagnia diretta da Carlos Martinez, hanno mandato in visibilio il pubblico, mentre Giuseppe Depalo, pugliese, classe 1990 e solista nella Compagnia del Teatro dell'Opera di Roma ha trascinato il pubblico nella Danza Russa e poi ha eseguito un "assolo" in "Song", su musica di Sting e Edin Karamazov. Dario Elia, catanzarese di origine e solista del Dutch National Ballet di Amsterdam e Yuanyun Zhang, cinese e Prima ballerina del National Ballet di Amsterdam hanno eseguito con stile impeccabile il passo a due da "Il Lago dei Cigni" e "Embers". Nel finale un "assolo" di Dario Elia sulla celebre aria pucciniana "Vissi d'arte" .

Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, artisti italiani famosi nel mondo e una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano che affianca alla creazione di spettacoli un percorso di formazione e di ricerca del teatro danza contemporaneo, hanno portato una vera e propria ondata del "nuovo" in fatto di danza. Abbondanza e Bertoni hanno eseguito un brano dal titolo "L'onomastico" creato appositamente per la serata e tratto dal loro spettacolo "Esecuzioni".

La voce narrante di Diana Manea ha accompagnato e raccontato con passione la nascita della osiddetta danza classica e la sua  evoluzione negli anni attraverso le parole e la visione di danzatori, coreografi e teorici della danza. Da Jeans Georges Noverre, danzatore e coreografo francese, maitre de ballet, a Isadora Duncan, danzatrice statunitense considerata una delle più significative precorritrici della "danza moderna", a Pina Bausch, ballerina tedesca, "una santa sui pattini a rotelle" per finire con Maurice Bèjart, danzatore e coreografo francese che con le sue "Lettere a un giovane danzatore" riesce a spalancare gli occhi e la mente sul vero senso della danza.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newFB newTwitter