Sondrio, 09 settembre 2019   |  

La neve non ferma Nibali

Condizioni proibitive per il giro sul Mortirolo, ma il campione ha conquistato tutti

Foto JuriBa 3016

Il Mortirolo con Nibali non si è potuto fare causa maltempo, ma la passione per lo Squalo ha invaso Aprica e il grande campione ha soddisfatto proprio tutti nelle giornate di sabato e domenica scorsi.

Si tratta di un mito del ciclismo italiano, tra i pochissimi al mondo a poter vantare Giro, Vuelta e Tour nel proprio palmares di vittorie, senza contare Giro di Lombardia e Milano-Sanremo.

L’appuntamento,  realizzato all’interno del più ampio progetto di promozione del cicloturismo in Valtellina e che vede tra i propri attori il Consorzio Turistico Media Valtellina e il Comune di Aprica,  che si è svolto con la collaborazione con il suo ex gregario di tanti anni, Alessandro Vanotti, ha visto arrivare la neve sopra i 1400 metri, pioggia battente e gelida all’Aprica.

E alla fine gli organizzatori dell’evento sono stati costretti ad annullarlo, dopo aver provato fino all’ultimo a confermare almeno il percorso corto, che prevedeva la discesa a Edolo, per risalire ad Aprica da Cortenedolo.

Dopo aver salutato i fan Nibali ha lasciato Aprica per tornare rapidamente verso casa e allenarsi: è atteso in Canada, dove parteciperà ai GP di Québec City e Montreal, gare valide per il World Tour.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Novembre 1969 l'agente della Polizia di Stato, Antonio Annarumma, diventa la prima vittima degli Anni di piombo in Italia.

Social

newFB newTwitter