Sondrio , 09 agosto 2017   |  

La nuova vita dell'ex Provveditorato di Sondrio

di Martina Bricalli

Un nuovo fabbricato a destinazione socio-assistenziale nella città che pensa ai servizi alla persona

Ex Provveditorato Sondrio

Ex Provveditorato Sondrio

Presso la sede di palazzo Pretorio, questa mattina, mercoledì 9 Agosto, si è svolto un incontro con il sindaco Alcide Molteni riguardante i  lavori a carattere sociale con riferimento alla struttura dell’ex Provveditorato in via Nazario Sauro.

Già nel Luglio 2016, la società Segesta aveva mostrato il proprio interesse, attraverso interlocuzioni verbali e cartacee, per l’acquisto dell’immobile; il 21 Luglio 2017 è stata formalizzata tale proposta e ieri sera si è dunque conclusa la vendita, da parte del Comune di Sondrio, dell’ex provveditorato alla Linus s.r.l., società collegata alla Segesta facente parte del grande gruppo Koryan. Si conclude così il lungo itinerario dell’alienazione della struttura.

“C’è soddisfazione nel vedere come un percorso iniziato nel 2014, legato a una situazione economica e di leggi di bilancio statali che imponevano la dismissione o la vendita per il patto di stabilità, sia andato a buon fine con un’offerta di mercato considerata la più corretta e più equa” – spiega Molteni – “Intanto il patto di stabilità è caduto, ma in ogni caso, il Comune tende ugualmente a vendere l’immobile perché una struttura di così grande importanza da un punto di vista di volumetria, se non utilizzata adeguatamente, corre il rischio di abbassamento del valore di mercato e di degradazione.”

La palazzina che nascerà dalle ceneri del vecchio immobile sarà un fabbricato a destinazione socio-assistenziale, costituito da minialloggi protetti che verranno dati in affitto a 85 anziani autosufficienti. All’ interno, saranno inoltre presenti spazi comuni e pubblici, ancora da definire sulla base di possibili collaborazioni con altre cooperative della zona. Oltre a rivestire un ruolo di fondamentale importanza sociale, la nuova palazzina offrirà anche 35 nuovi posti di lavoro.

Inoltre, la società Linus realizzerà un parcheggio sotterraneo (con entrata su via Giosuè Carducci), che diventerà di proprietà del Comune di Sondrio, per un minimo di 50 posti auto che arrecherà nuovi introiti al comune stesso. Il percorso di realizzazione sarà seguito dall’Ufficio Tecnico e prevede il versamento di 500.000 euro dieci giorni dopo l’aggiudicazione provvisoria, che avverrà con una determina da parte della struttura con il dirigente competente.

Inoltre, la società, in accordo con il comune, presenterà, entro il 30 novembre di quest’anno, il piano di intervento di recupero con relativa bozza di convenzione. Il saldo di 2.260.000 euro avverrà, invece, con l’atto notarile da tenersi entro il 30 Aprile 2018, contestualmente alla consegna dell’immobile.

La vendita dell’immane edificio comporterà importanti vantaggi economici per il comune che incasserà 2.760.000 euro e che potrà così vantare, per il bilancio 2018, somme certe che andranno a incrementare le possibilità di opere pubbliche. Il primo acconto di 500.000 euro verrà utilizzato per i lavori di ristrutturazione dell’ex mensa comunale, individuata come nuova sede della Civica scuola di musica e danza, attualmente presso la sede dell’ex Provveditorato. La scuola potrà dunque approfittare del periodo delle vacanze pasquali 2018, entro il quale si prevede l’inizio dei lavori presso l’immobile di via Nazario Sauro, per il trasferimento nella nuova sede sul Mallero e continuare così la sua importante esperienza. In questo modo, sarà possibile valorizzare un altro immobile di proprietà del Comune.

Per di più, nella sede dell’ex Provveditorato, è presente anche il Coro Desdacia Tellini Città di Sondrio che riceverà anch’esso una nuova sede, ancora da stabilirsi, altrettanto prestigiosa come quella della sua coinquilina. Un aspetto che il sindaco ha tenuto a sottolineare è quello legato al tema dei servizi e dell’assistenza agli anziani, dove la città di Sondrio spicca per eccellenza con due RSA e la Fondazione Longoni a cui si aggiungono iniziative private come la Casa di Viola.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Agosto 1862 la Lira Italiana diventa la moneta unica del Regno d'Italia

Social

newFB newTwitter