Sondalo, 12 gennaio 2017   |  
Politica   |  Salute

Gallera: l'ospedale di Sondalo non si depotenzia

Sindaci e cittadini hanno incontrato il responsabile del Welfare regionale al quale hanno esposto le ragioni della sanità di montagna

f59635a9a11516721f85f94c531b19ab full

L'ospedale di Sondalo

Martedi 10 Gennaio i sindaci Luigi Grassi e Guido Patelli, accompagnati da una delegazione del “Comitato per la difesa della sanità di Montagna” costituita da Pietro Del Simone, Ilaria Peraldini e Melania Sozzani, hanno incontrato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera al quale hanno esposto le ragioni delle proprie preoccupazione in merito al Poas (Piano organizzativo aziendale strategico) 2016/2018 depositato dalla dirigenza di Asst Valtellina e Alto Lario.

Si è trattato, come hanno confermato tutti i presenti, di un incontro, «molto positivo».
Un gesto di grande attenzione di cui i sindaci e gli altri membri della delegazione si sono sentiti «onorati e molto riconoscenti».
Gli Amministratori valtellinesi si sono detti soddisfatti degli impegni presi dall’Assessore che ha affermato, con determinazione, «che non vi è alcuna volontà di stravolgere la vocazione dei singoli presidi ospedalieri o di depotenziare la neurochirurgia di Sondalo».
L’Assessore, come hanno confermato Ilaria Peraldini e Del Simone, ha ben compreso le ragioni per le quali smembrare la Neurochirurgia sarebbe un errore macroscopico perché metterebbe in difficoltà le alte specialità dell’ospedale Morelli arrecando solo danni all’ospedale di Sondrio. Il Comitato ha inoltre ricordato all’Assessore, “ad adiuvandum” delle proprie ipotesi: la nota scritta dal prof. Benericetti (uno dei maestri della Neurochirurgia italiana), il documento unitario con il quale il Sindacato boccia il Poas di Asst Valtellina e Alto Lario 2016/2018. Melania Sozzani ha poi ricordato le oltre 15.000 firme raccolte con la petizione “Dico no al Poas di Valtellina e Alto Lario” e i progetti sui quali il Comitato sta lavorando con il sostengo di tanti sindaci.

L’Assessore ha promesso di volersi confrontare, con urgenza ed attenzione, con la Direzione di Asst per poter tornare ad incontrare i sindaci ed il Comitato, proprio in occasione di una prossima visita a Sondalo, per informarli delle decisioni prese da Regione Lombardia e per approfondire il Progetto universitario Africa-Italia-Africa e quello umanitario del dottor Giorgio Mosconi contro la contraffazione dei medicinali salvavita destinati al Terzo Mondo.

Grassi e Patelli hanno ribadito che «il nostro lavoro non terminerà qui ed oggi ma anzi, si parte da proprio da qui per lavorare su un vero piano di sviluppo e rilancio dell’Ospedale Morelli che si inserisce in una seria definizione della “sanità di montagna”».
Ora l'augurio è che il sindaco di Tirano e presidente dell'Assemblea dei sindaci del distretto di Valtellina e Alto Lario, Franco Spada, prenda atto delle dichiarazione dell’assessore Gallera e proprio sulla base di queste si senta in dovere di svolgere, nell’interesse dei cittadini, il proprio ruolo fino in fondo.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Gennaio 1982 i carabinieri Giuseppe Savastano ed Euro Tarsilli vengono assassinati da esponenti dei Comunisti Organizzati fermati per un controllo

Social

newFB newTwitter