Sondrio, 11 gennaio 2018   |  

Liberi e Uguali chiude a Gori: avanti con nostro candidato

Il coordinatore lombardo di Sinistra italiana: avere un nostro candidato è stata sempre la scelta prevalente

Giorgio Gori foto

"Il nostro pensiero è lo stesso di ieri e dell'altro ieri: domani voteremo un nostro candidato": è quanto ha detto all'ANSA il coordinatore lombardo di Sinistra italiana Tino Magni che ha escluso che l'assemblea di Liberi e Uguali-Lombardia convocata domani a Cinisello Balsamo (Milano) possa decidere di appoggiare il candidato governatore alla Regione del Pd Giorgio Gori.

"Non mi aspetto e non ci sarà nessun cambio di linea - ha aggiunto Magni - anche perché ci siamo arrivati discutendo tra noi e facendo tutti i passaggi necessari in modo collettivo. Rispetto le decisioni del Lazio, dovranno rispettare le decisioni della Lombardia. Non possono essere fattori esterni a decidere e non serve drammatizzare una discussione che in realtà non c'è mai stata, perché avere un nostro candidato è stata sempre la scelta prevalente e più diffusa dentro a Liberi e Uguali".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newFB newTwitter