Milano , 08 ottobre 2018   |  

Lombardia è ricerca domani i vincitori

martedì 9 Ottobre, prima dell’ordinaria seduta di Consiglio Regionale, saranno presentati in Aula i vincitori del Premio Internazionale “Lombardia è ricerca”

1504085443 scienza

Martedì 9 Ottobre, alle ore 10, prima dell’ordinaria seduta di Consiglio Regionale, saranno presentati in Aula i vincitori del Premio Internazionale “Lombardia è ricerca” istituito dalla legge regionale 29/2016 con l’obiettivo di riconoscere il talento di persone che hanno contribuito, con la propria ricerca, allo sviluppo della conoscenza scientifica e tecnologica.

L’edizione 2018, dedicata alla medicina di precisione, è stata vinta da Michele De Luca,Tobias Hirsch e Graziella Pellegrini per la sperimentazione di una terapia genica ex-vivo per la cura della cosiddetta “Sindrome dei Bambini Farfalla”, condotta per la prima volta al mondo.

Il premio, assegnato da una Giuria indipendente composta da 15 top scientist italiani che ha scelto tra oltre 130 candidature provenienti da tutto il mondo, consiste in un milione di euro, che sarà destinato per il 70%, allo sviluppo delle attività sul territorio in collaborazione con il sistema della ricerca lombardo.

Nel corso della cerimonia in Aula interverranno il Presidente della Regione Attilio Fontana, la Vice Presidente del Consiglio regionale Francesca Brianza, l’Assessore alla Ricerca e Vice Presidente della Giunta Fabrizio Sala, i professori dell’Università di Modena e Reggio Emilia Michele De Luca e Graziella Pellegrini e il direttore dell’istituto Mario Negri e Presidente della Giuria del Premio Giuseppe Remuzzi. Saranno presenti una delegazione della Fondazione Umberto Veronesi e rappresentanti di famiglie con bambini affetti da epidermolisi bollosa (EB).

Il Premio sarà ufficialmente consegnato al Teatro alla Scala l’8 novembre, data in cui si celebra la Giornata della Ricerca promossa dalla Regione in memoria dell’oncologo Umberto Veronesi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newFB newTwitter