Sondrio , 02 novembre 2017   |  

Lombardia: vietata la caccia in zone colpite da incendi

La legislazione di Regione Lombardia in materia di caccia contempla già forme di tutela della fauna sufficienti per affrontare la situazione di emergenza che si è creata a seguito degli incendi che hanno colpito il territorio

organizzazione battute di caccia

Interviene l'assessore regionale Gianni Fava, in merito alle diverse sollecitazioni pervenute circa l'opportunità di sospendere la caccia nelle aree interessate dagli incendi.

Il responsabile dell'assessorato ricorda che la legge regionale 26/93, all'articolo 43 (comma 1 lettera m), stabilisce il divieto a chiunque di cacciare su terreni pregiudicati da incendi per un minimo di due anni. la norma 353/00, legge quadro in materia di incendi boschivi, all'articolo 10 (comma 1), stabilisce il divieto di caccia per dieci anni, limitatamente ai soprassuoli delle zone boscate percorsi dal fuoco. Divieto che si applica a partire dall'adempimento dei Comuni in merito al catasto incendi.

«Il divieto discendente dalla nostra legge regionale - precisa l'assessore Fava - è invece da intendersi immediatamente applicabile. Posto che non ci risultano abusi da parte di cacciatori nei territori interessati, tanto più che oggi è comunque giornata di silenzio venatorio, a partire da domani chiunque dovesse essere sorpreso a cacciare nelle zone colpite da incendio sarà sanzionabile».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter