Mantova, 12 novembre 2017   |  

Mantova premia gli imprenditori della cultura

Il Premio Imprenditori della Cultura 2017, ideato quest’anno dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, è stato assegnato all’impresa familiare del settore tessile Bonotto di Molvena (Vicenza)

IMG 8612 1 preview

Sabato 11 Novembre, a Palazzo Te a Mantova, è stato assegnato il Premio Imprenditori della Cultura, ideato dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te. L’impresa familiare del settore tessile Bonotto di Molvena (Vicenza), fondata da Luigi Bonotto nel 1912 e oggi alla quarta generazione. Il Premio è un riconoscimento agli uomini di impresa che hanno saputo trasformare la qualità dell’agire imprenditoriale in capacità di fare cultura a favore della comunità e del territorio, attraverso un approccio etico e valoriale.

Il Premio non intende celebrare l’eccezionalità, ma mettere in luce la straordinarietà e l’eccellenza che caratterizzano la quotidianità di molte realtà imprenditoriali contemporanee valorizzando progetti sostenuti da imprese di piccole e medie dimensioni operanti nelle regioni della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia Romagna.

La giuria che ha decretato il vincitore di questa prima edizione è composta da autorevoli studiosi di impresa, cultura e società e da rappresentanti del sistema industriale mantovano: Pierluigi Sacco, Presidente della giuria e Professore di Economia della Cultura all’Università IULM; Giulia Bianchi, responsabile sviluppo collezioni in Lubiam; Guido Corbetta, professore del dipartimento di Management e Tecnologia all’Università commerciale Luigi Bocconi; Mauro Magatti, direttore del Centre for the Anthropology of Religion and Cultural Change (ARC), Dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Maurizio Migliarotti, amministratore delegato di MOL Group Italy; Carlo Zanetti, imprenditore e Presidente della Camera del Commercio di Mantova.

Il vincitore riceve in premio una riproduzione della Medaglia di Federico II, realizzata da Giovanni Pomedelli tra il 1523 e il 1530, un simbolo del territorio mantovano di cui un esemplare appartiene alla Collezione Gonzaghesca di Palazzo Te. L’opera di oreficeria presenta sul verso il volto di Federico II e la scritta “Federicus II Marchio Mantuae V” e sul recto il Monte Olimpo e la scritta “Fides”. La medaglia è stata presentata durante la cerimonia di premiazione dal direttore dei Musei Civici di Mantova Stefano Benetti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Novembre 2007 a Novara viene beatificato don Antonio Rosmini, autore dell'opera Delle Cinque Piaghe della Santa Chiesa e fondatore dell'Istituto della Carità

Social

newFB newTwitter